Venerdì 14 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 23/02/2006

COMUNE DI FIRENZE - DOPPIO INTERVENTO DELLA POLIZIA MUNICIPALE: INDIVIDUA UN’AUTO RUBATA E ARRESTA UN LADRO IN UN NEGOZIO DEL CENTRO

Era stata rubata qualche giorno fa, ma è stata individuata e riconsegnata al legittimo proprietario dalla Polizia Municipale. L’episodio è accaduto lunedì pomeriggio in piazza Dalmazia. Una pattuglia che stava effettuando un posto di controllo mirato al rispetto del codice della strada è stata avvicinata da una persona che sosteneva di aver riconosciuto in transito l’auto rubata ad un amico. Il conducente del veicolo però si è accordo della presenza degli agenti e si è fermato sul lato della strada, abbandonando l’auto. La persona quindi si è allontanato velocemente a piedi facendo perdere le proprie tracce. Gli agenti hanno quindi raggiunto l’auto che, dopo i controlli di rito, è appunto risultata provento di furto. Il veicolo è stato quindi restituito al legittimo proprietario che nel frattempo era stato rintracciato dalla centrale operativa della Polizia Municipale. Sempre lunedì, dopo le 19, due agenti di Polizia Municipale sono intervenuti in via degli Speziali dove un uomo aveva tentato di rubare un capo in pelle in un negozio. Il protagonista è un cittadino extracomunitario. L’uomo era entrato nel negozio e, dopo aver manomesso il dispositivo anti taccheggio, aveva tentato di nascondere un capo in pelle sotto il giaccone. Ma la manovra non era sfuggita a un altro cliente che ha avvertito il direttore del negozio. Questi si è quindi avvicinato al malvivente e gli ha chiesto di aprire il giaccone: a questo punto sono caduti sia il dispositivo anti taccheggio che il capo rubato. Vistosi scoperto, il ladro ha cercato di darsi alla fuga ma è stato bloccato dal direttore e dalla guardia giurata. A questo punto sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale che, in servizio in piazza Duomo, erano stati avvisati del fatto da un passante. I vigili, dopo aver ricostruito la vicenda e effettuato una serie di controlli, hanno arrestato l’uomo per il quale il magistrato ha disposto il processo per direttissima. Ieri si è svolto il dibattimento nel quale è stato convalidato l’arresto ed è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Questura di Firenze due volte al giorno, fino alla data del processo definitivo fissato per il 2 marzo. (fonte, ufficio stampa)


© asaps.it
Giovedì, 23 Febbraio 2006
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK