Sabato 08 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 23/02/2006

Ladri sorpresi dalla poliziotta

 

Eboli - Vanno in quattro a rubare in un appartamento, ma sul più bello torna a casa la proprietaria e li sorprende sul fatto. I quattro «bulli» tentano di intimidire la loro vittima, scambiandola per una normale massaia, restano invece a bocca aperta e ammutoliti. La donna infatti, per nulla impressionata dalla situazione, estrae una grossa pistola dalla borsetta e gliela punta immediatamente addosso. «Non vi muovete, disgraziati, siete in arresto» scandisce decisa e con voce roca. Sotto il tiro di una temibile Beretta 9x21, i ladri si bloccano mentre la donna avverte i carabinieri. Ecco, in pillole, quanto avvenuto ieri sera poco dopo le 20 in via Perito, traversa della stazione ferroviaria. Protagonista della vicenda è una «poliziotta» della stradale di Eboli, del vicecommissario Raffaele Vaccarella. L’arresto invece lo metteranno a segno i carabinieri del maggiore Risi, chiamati all’azione dall’intrepida agente Toscano. La donna, sposata e madre, ieri sera smonta dal servizio e torna a casa. Infilando la chiave nella toppa, in abiti «borghesi», sente dei rumori provenire dall’appartamento. Non ha bisogno di chiamare la polizia, dal momento che lei stessa indossa una divisa da una decina buona di anni. Pertanto, estratta la pistola, l’agente Toscano decide per un veloce fai-da-te. Increduli e sgomenti i quattro mariuoli, di cui ancora non si conoscono le generalità, alla vista della donna che gli punta addosso la pistola. Certo, non sono stati troppo fortunati. O forse sì, visti i tempi e le nuove leggi, di essere finiti solo in manette invece che sforacchiati di pallottole.
an.br.


© asaps.it


Da “Il Mattino”
Giovedì, 23 Febbraio 2006
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK