Sabato 15 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 22/02/2006

FUGA DALLE POLIZZE AUTO, SI ACCENTUA LA TENDENZA

ROMA - "C’é un aggravarsi della tendenza a sfuggire all’assicurazione Rc auto per il costo delle polizze". L’allarme è del presidente dell’Isvap, Giancarlo Giannini, intervistato a Radio 24, secondo cui anche la fuga di chi provoca un incidente a volte ha questa spiegazione. Tornando al richiamo sul caro-tariffe pronunciato nei giorni scorsi, Giannini ha fornito alcune cifre sui particolari aumenti registrati per alcuni profili di rischio. Per esempio, un 18enne alla guida di un’auto da 1.300 cc paga dal primo gennaio una tariffa superiore del 4,9%, "con le solite punte al Sud e in particolare a Napoli". Ma anche un 40enne con lo sconto massimo nella scala bonus malus ha subito un rincaro del 3,2%.
E’ anche vero, ha aggiunto Giannini, che il costo dei sinistri è molto cresciuto, passando dai 2.960 euro del 1999 ai 3.883 attuali.

UE SBAGLIA SU ABOLIZIONE OBBLIGO COPERTURA
Bruxelles "é completamente fuori strada" sulla procedura di infrazione avviata dalla Commissione europea nei confronti dell’Italia contro l’obbligo, per le compagnie assicuratrici, di fornire una polizza per qualsiasi tipo di rischio. E’ questa l’opinione del presidente dell’Isvap.
Lo scorso ottobre la Commissione europea, nel parere motivato, seconda fase della procedura di infrazione, aveva chiesto formalmente all’Italia di modificare la legislazione che impone l’obbligo di assicurazione per le compagnie. Giannini ha ricordato le sanzioni imposte a sei compagnie che chiedevano "tariffe abnormi e senza logica, pari addirittura a 15mila euro con lo scopo proprio di eludere l’obbligo a contrarre". Se quest’obbligo cadesse, ha avvertito Giannini, in zone dove già le polizze sono molto più care perché il rischio avvertito dalle compagnie è maggiore, come al Sud, si "rischierebbe di finire con una tariffa amministrata".
"Ci stiamo battendo - ha concluso Giannini - e fornendo al Governo tutto il supporto necessario per resistere a questa procedura".

© asaps.it
Mercoledì, 22 Febbraio 2006
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK