Domenica 14 Luglio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 10/07/2024

Provocano incidente sulla rampa del raccordo, poi travolgono due vigili

Le due donne si sono poi dileguate. I due agenti sono stati trasportati al Grassi di Ostia

Grave incidente stradale nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 8 luglio. Due donne a bordo di una Peugeout di colore blu con targa francese hanno da prima causato un incidente sulla rampa del raccordo per Ostia, dandosi quindi alla fuga. Durante la folle corsa hanno travolto due motociclisti del corpo di polizia Locale di Roma Capitale. 

Delle investitrici, fuggite in direzione Ostia, si sono perse le tracce. I due caschi bianchi, soccorsi presso l'ospedale Grassi, per le ferite riportate sono stati trasportati all'ospedale Grassi di Ostia. Per loro prognosi di 15 e 3 giorni.

Il commento del sindacato

Sull'episodio è intervenuto il Sulpl (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale), che per voce del segretario romano aggiunto Marco Milani rende noto: "Ancora una volta colleghi del corpo di Polizia Locale riportano ferite nello svolgimento del loro servizio quotidiano. In un momento in cui vengono giustamente discussi aumenti salariali e miglioramenti contrattuali delle forze di polizia e del comparto sicurezza, le polizie locali, sebbene ormai presenze prevalenti sui territori delle grandi metropoli, continuano ad essere escluse dalle medesime tutele. In attesa che il governo centrale come più volte annunciato dia vita alla riforma di una legge quadro ormai vecchia di quasi 40 anni, sollecitiamo le amministrazioni locali ed in particolare la giunta Gualtieri a distinguere e  riconoscere contrattualmente le specificità, i rischi e la gravosità di chi garantisce in mezzo alla strada la sicurezza cittadina, rispetto alle diverse specificità del lavoro, svolto dal resto dei dipendenti Comunali", concludono dal Sindacato.

La vicinanza del comandante 

“Esprimo la mia vicinanza, augurando una pronta guarigione, agli agenti che, ieri pomeriggio, sono rimasti feriti sulla via del Mare, dopo che un veicolo li ha travolti per poi darsi alla fuga. Con l’occasione, voglio anche ringraziare tutto il personale per il lavoro che quotidianamente svolge sul territorio - dichiara il comandante del corpo della polizia locale di Roma Capitale, Mario De Sclavis, a seguito dei fatti accaduti ieri, quando, intorno ore 16.30, due agenti motociclisti del X Gruppo Mare della Polizia Locale, sono stati investiti sulla via del Mare. I due caschi bianchi, che stavano percorrendo la direttrice laterale della via in direzione Ostia, si erano appena accostati ad un veicolo, per evitare che il conducente dello stesso proseguisse con la condotta di guida osservata e ritenuta poco sicura, quando sono stati travolti da un’auto. Dopo essere stati scaraventati a terra, il mezzo ha continuato ad accelerare spingendo una delle due moto contro un altro veicolo in transito. Uno dei due agenti, nonostante le ferite riportate, riusciva a prendere alcuni elementi del mezzo in fuga, notiziando immediatamente la centrale operativa, che provvedeva ad allertare altre pattuglie ed a diramare una nota di ricerca. Sinceratosi delle condizioni del collega, che aveva riportato diverse lesioni, l’agente si adoperava per avvertire subito i soccorsi. I due sono trasportati presso l’ospedale Grassi di Ostia, dove sono stati refertati con 3 e 15 giorni di prognosi.
Sono tuttora in corso le indagini per risalire ai responsabili dell’accaduto.

da romatoday.it

 

 

 



 Auguri di pronta guarigione ai due agenti della Polizia Locale. (ASAPS)

 


 

 

 

SOSTIENI LA RACCOLTA DATI DELL'OSSERVATORIO ASAPS PER LA SICUREZZA STRADALE,
SOSTIENI LA VOCE LIBERA DELL'INFORMAZIONE SULLA SINISTROSITA' SULLE STRADE
CON LA TUA DONAZIONE ALL’ASSOCIAZIONE

 

 

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

 

Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

 

Clicca qui per seguire la nostra pagina Instagram

 

 

 



Mercoledì, 10 Luglio 2024
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK