Domenica 01 Agosto 2021
area riservata
ASAPS.it su
(Cass. Civ., sez. VI-3, 03 febbraio 2015, n. 1896)
L’ordinanza della Corte di Cassazione, Sezione VI (sottosezione III), n. 1896 del 3 febbraio 2015 interviene in materia di danni da insidia stradale, con particolare riferimento alla responsabilità da cose in custodia della Pubblica Amministrazione. La pronuncia, con sinteticità davvero apprezzabile, chiarisce una volta di pi&ugrav...
Condividi
31/Marzo/2015
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
Era stato multato per eccesso di velocità perché stava correndo dal veterinario per cercare di salvare la vita al proprio gatto. Il giudice di Pace ha deciso di accogliere il suo ricorso, e di annullare il verbale, perch&ea...
Condividi
30/03/2015 Corte di Cassazione
(Cass. Civ., Sez. VI, 19 febbraio 2014, n. 3904)
L’ordinanza-ingiunzione con la quale si ingiunge il pagamento di sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni di norme del codice della strada può essere emessa dal vice prefetto aggiunto, in quanto la previsione di tre...
Condividi
30/03/2015 Corte di Cassazione
(Cass. Civ., sez. III, del 26 Marzo 2015, n. 6095)
L'ente gestore del tratto autostradale non risponde ex art. 2051 c.c. se ignoti si introducono sul cavalcavia gettando sassi e danneggiando alcune autovetture di passaggio. E' quanto ha stabilito la Suprema corte nella senten...
Condividi
27/03/2015 Corte di Cassazione
(Cass. Civ., sez. III, sentenza 11 giugno 2014, n. 13233)
La sentenza in commento desta notevole interesse in quanto affronta in maniera più che approfondita la vexata quaestio sulla cumulabilità delle somme erogabili a titolo di risarcimento con quelle spettanti come indennizzo i...
Condividi
26/03/2015 Corte di Cassazione
(Tribunale, Firenze, sez. II civile, sentenza 26 marzo 201,5 n. 1011)
La sentenza in commento affronta il tema della risarcibilità di danni non patrimoniali in favore dei “prossimi congiunti” di una persona deceduta in conseguenza dell'altrui illecito, riconoscendo la configurabilit&...
Condividi
Se si guida un veicolo avendo solo il foglio rosa, ma senza essere accompagnato da una persona provvista di patente di guida da almeno 10 anni, si rischia una multa da 422 a 1695 euro. Lo ha stabilito la Cassazione nella sentenza 9195/15...
Condividi
La Corte d’appello accoglie il ricorso di un automobilista contro un Comune per l’annullamento del verbale di contravvenzione emesso perchè non si sarebbe fermato nonostante il semaforo rosso. Il Comune impugna la sent...
Condividi
23/03/2015 Corte di Cassazione
(Cass. Pen. SS.UU., 02 gennaio 2015, n. 2)
Le Sezioni Unite penali della Corte di Cassazione intervengono nuovamente sulla questione delle conseguenze del mancato avvertimento alla persona da sottoporre al controllo alcolimetrico della facoltà di farsi assistere da un dife...
Condividi
Con la sentenza del 5 febbraio 2015, n. 5396 le Sezioni Unite della Cassazione hanno finalmente dato risposta al quesito se la nullità conseguente al mancato avvertimento al conducente di un veicolo, da sottoporre all'esame al...
Condividi
20/03/2015 TAR Regionali
(TAR Veneto-Venezia, sez. III, 20 marzo 2015, n. 321)
L'esposto alla PA dal quale trae origine un'attività amministrativa che si traduce, prima, in verifiche ispettive e, quindi, in verbali di accertamento di illeciti amministrativi non può essere fatto oggetto di acce...
Condividi
Il tribunale di Napoli respinge la domanda di risarcimento proposta da un uomo, nei confronti del comune, per i danni subiti dalla propria macchina a causa di una buca presente sul manto stradale comunale. L'automobilista ricorre in ...
Condividi
Secondo la sentenza della Cassazione è sufficiente anche il comportamento tenuto dal guidatore al momento dello stop intimato dagli agenti
Per accertare il reato di guida in stato d'ebbrezza non è indispensabile l'alcoltest ma basta che il comportamento del conducente dell'auto al momento dello stop intimato dagli agenti manifesti evidenti sintomi di ubri...
Condividi
  Un imputato per omicidio stradale ha proposto ricorso in Cassazione contro la decisione della Corte d’appello con la quale veniva condannato alla pena di mesi sei di reclusione. Il ricorso contesta l'affermazione di ...
Condividi
Confermata la sanzione nei confronti dell’automobilista: quasi tre mesi di reclusione, con pena condizionalmente sospesa. Evidente la gravità della condotta tenuta nei confronti dei due carabinieri che lo hanno fermato in st...
Condividi
(Tribunale di Sorveglianza di Alessandria, ordinanza 10.02.2015, n. 172 )
La liberazione anticipata speciale non può essere concessa per una pena cumulata con un’altra pena inflitta per reato ostativo, ex art. 4 bis O.P. , in quanto il cumulo non è scindibile. Così si è es...
Condividi
In tema di assicurazione per danni da circolazione di veicoli, il terzo danneggiato non è tenuto ad effettuare accertamenti sul pagamento del premio assicurativo, potendo fare ragionevole affidamento sull’apparenza della sit...
Condividi
10/03/2015 Corte di Cassazione
(Cass. Pen., sez. III, 10 marzo 2015, n. 9633)
Sentenza della Corte di Cassazione in controtendenza rispetto al pregresso orientamento giurisprudenziale in materia di schiamazzi e rumori notturni provocati dagli avventori di un bar: se il titolare del locale si è attivato con ...
Condividi
(Cass. Pen., Sez. II, 09 dicembre 2014, n. 49461)
Giurisprudenza di legittimità CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. II, 09 dicembre 2014, n. 49461   Patente - Revoca e sospensione - Sospensione - Patteggiamento - Sanzione amministrativa accessoria - Applicazione di d...
Condividi
a cura di Franco Corvino
> Giurisprudenza da il Centauro n. 182
Condividi
Pagine: 1 2