Sabato 19 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su
Le regole del procedimento di dispensa dal servizio del personale militare non direttivo e non dirigente
Nel novembre 2016 la Direzione Generale per il Personale Militare del Ministero della Difesa, prendendo spunto da precedenti circolari del 2000 e 2009, ha illustrato le disposizioni aventi lo scopo di regolamentare il procedimento di dispensa per inidoneità a disimpegnare le attribuzioni del grado, ovvero per scarso rendimento, aggiornando le regol...
Condividi
28/Febbraio/2019
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
Il legislatore ha previsto due procedure distinte e per gli autovelox è indispensabile l'omologazione, mentre l'approvazione non basta
Con la sentenza dell'11 febbraio 2019 qui sotto allegata, il Giudice di Pace di Milano, accogliendo il ricorso di un automobilista sostenuto dalla Globoconsumatori Onlus, ha chiarito che le procedure di omologazione e di approvazione...
Condividi
L’ente proprietario della strada deve risarcire i danni causati agli utenti in transito per l'assenza o  erronea manutenzione dei guard rail e barriere. È quanto stabilito dall’ordinanza 5726/19, pubblicata il...
Condividi
Ha destato scalpore la notizia, diffusa ieri da alcuni siti internet, che il guidatore, secondo la Corte di cassazione, è responsabile dei danni subiti dai passeggeri che non indossano la cintura di sicurezza. Con l’ordinanz...
Condividi
La Cassazione chiarisce i limiti entro i quali al personale ispettivo delle aziende esercenti il trasporto pubblico è consentito accertare multe in materia di circolazione e sosta
Al personale ispettivo delle aziende esercenti il trasporto pubblico (ex art. 17, comma 133, della l. n. 127/1997) è consentito accertare le contravvenzioni in materia di circolazione e sosta, ma limitatamente alle "corsie ri...
Condividi
Per la Cassazione, a fondare il risarcimento non bastano quei disagi, fastidi e disappunti che ogni persona è tenuta a sopportare con un minimo grado di tolleranza
Una quotidiana lotta con disservizi e ritardi dei treni, con vagoni sovraffollati, condizioni igieniche precarie e posti a sedere inesistenti. Si tratta della situazione drammatica che si vedono costretti ad affrontare ogni giorno molti ...
Condividi
Il diverso regime impositivo dei veicoli ultraventennali ed ultratrentennali. Quando opera l'esenzione per il bollo auto storiche e d'epoca
l cd. bollo auto o tassa automobilistica è un tributo locale sul possesso dei veicoli il cui importo viene determinato in considerazione della potenza e dell'impatto ambientale del veicolo.. >Continua a leggere su studi...
Condividi
Per la Cassazione contrasta con il principio di legalità contestare i parametri e gli scaglioni indicati dal Codice della Strada
È valida la multa per eccesso di velocità rilevato tramite autovelox se, al netto del margine di tolleranza minima applicato, il conducente supera il limite previsto anche se di poco. All'automobilista non è cons...
Condividi
Cassazione, ordinanza 11 gennaio 2019, n. 567
Il conducente del veicolo che prosegue la marcia, nonostante che le segnalazioni del semaforo o dell'agente del traffico vietino la marcia stessa, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 167 ...
Condividi
Con una recente ordinanza la Cassazione ha enunciato i requisiti che un etilometro deve rispettare perché l'attività di accertamento sia attendibile
Con l'ordinanza numero 1921/2019 qui sotto allegata, la Corte di cassazione ha chiarito quale è la disciplina cui fare riferimento per delineare le caratteristiche di cui gli etilometri devono essere dotati per poter rendere a...
Condividi
Segretaria virtuale Sei in: Home » Articoli Colpo di sonno alla guida? Scatta la revisione della patente
Scatta la revisione della patente nei confronti del conducente che ha provocato un incidente dopo essersi addormentato alla guida. Si tratta di una circostanza che fa sorgere dubbi rilevanti sull'idoneità alla guida che necess...
Condividi
In tali casi può esservi un concorso di colpa che riduce l'entità del risarcimento, ma non l'esclusione totale della responsabilità del conducente del veicolo nei confronti del terzo trasportato
La condotta colpevole del terzo trasportato che omette di indossare le cinture di sicurezza, non è sufficiente ad interrompere il nesso di causalità tra il comportamento del conducente il veicolo a bordo del quale viaggia i...
Condividi
La Cassazione ribadisce il concorso di colpa del pedone che, attraversamento fuori dalle strisce pedonali con concede la precedenza ai veicoli
La Cassazione, nell'ordinanza n. 2241/2019 (sotto allegato) ribadisce la correttezza del principio del concorso di colpa gravante sul pedone che, attraversando fuori dalle strisce, non concede la precedenza ai veicoli in transito... ...
Condividi
In punto di diritto il conducente è responsabile dell'utilizzo delle cinture di sicurezza da parte del passeggero, sicché la cassazione da mancato utilizzo è imputabile sia a lui che al passeggero... >Cont...
Condividi
La resistenza al pubblico ufficiale e persino le lesioni provocate ad un’agente non costituiscono reato se sono il risultato di una reazione ad un atto percepito come arbitrario. La Cassazione, con un’argomentata sentenza (44...
Condividi
La Suprema Corte rammenta la necessità che l'autovelox sia preventivamente segnalato, pena l'invalidità della sanzione, nonché sottoposto a periodiche verifiche di taratura ai fini della validità del verbale elevato
Affinché sia valida la multa per eccesso di velocità, accertata tramite autovelox, è necessario che la presenza del dispositivo sia stata preventivamente segnalata. È onere della pubblica amministrazione, in m...
Condividi
Pagine: 1