Lunedì 06 Luglio 2020
area riservata
ASAPS.it su
Con due recenti sentenze, la Suprema Corte ha delineato la distinzione tra colpa cosciente e dolo eventuale
La Corte di Cassazione pone la sua attenzione sulla distinzione tra colpa cosciente e dolo eventuale. E lo fa attraverso due recenti pronunce... >Continua a leggere su studiocataldi.it Avv. Francesca Servadei da studiocataldi.it
Condividi
30/Aprile/2018
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
Le cose da sapere sui casi in cui è possibile disarticolare la sospensione del decreto e del porto d'armi
Questore e Prefetto, al verificarsi di determinate circostanze ritenute pregiudizievoli, possono decidere di rendere la vita difficile alla guardia particolare giurata... >Continua a leggere su studiocataldi.it Avv. Frances...
Condividi
Cos'è e come si liquida il danno morale soggettivo, la disciplina, la giurisprudenza della Cassazione, i dubbi sulla sua autonomia e criteri liquidativi in caso di sinistri stradali e nelle ipotesi residue
Il danno morale soggettivo crea ancora divisioni giurisprudenziali. A fronte di chi, rispettando le sentenze gemelle della Cassazione del 2008 lo considera parte del danno non patrimoniale, pronunce recenti ne sostengono l'autonomia....
Condividi
La dichiarazione del conducente non proprietario del veicolo può essere, tuttavia, liberamente apprezzata
Il codice delle assicurazioni private (D.Lgs. 209/2005) prevede all'art. 143 la denuncia di sinistro, per cui, nel caso di sinistro avvenuto tra veicoli a motore per i quali vi sia obbligo di assicurazione, i conducenti dei veicoli c...
Condividi
La Cassazione “riapre la porta” a chi dichiara di non sapere chi si trovasse alla guida nel momento in cui è stata commessa un’infrazione stradale che comporta la perdita di punti patente. Se la giurispruden...
Condividi
Per la Cassazione, ogni condomino ha un diritto d'uso delle aree destinate a parcheggio nella misura predeterminata dalla legge ed è solo questi ad essere legittimato ad agire affinché ne possa disporre
Non spetta all'assemblea intervenire sulla proprietà esclusiva di un condomino al fine di predeterminare e assegnare le aree destinate a parcheggio. Ne consegue che la delibera dell'assemblea condominiale che assegna tali ...
Condividi
Corte dei Conti Basilicata sentenza n. 109 depositata il 28/02/2018
I fatti traggono origine da alcuni accertamenti sanzionatori effettuati con apparecchiatura per il controllo della velocità poi ritenuti irregolari nella modalità di utilizzo. La corte dei Conti ha ritenuto che fosse dove...
Condividi
Per la Corte è valida la notifica a chi si dichiara titolare a ricevere l'atto e firma la ricevuta, anche se ha rapporti provvisori o precari con il destinatario
Deve considerarsi valida la notifica dell'accertamento fiscale consegnata a chiunque si sia dichiarato titolato a riceverla e abbia firmato la ricevuta, anche se ha rapporti di natura provvisoria o precaria con il destinatario che fa...
Condividi
La Cassazione più recente ha dato adito a interpretazioni morbide del precetto normativo che, tuttavia, non possono essere condivise
La stretta del legislatore sulle frodi assicurative è passata, negli ultimi anni, attraverso molteplici interventi, l'ultimo dei quali è rappresentato dalla legge sulla concorrenza numero 124/2017... >Continua a ...
Condividi
La grafia poco comprensibile dell'agente accertatore rappresenta una violazione del diritto di difesa dell'automobilista
Gli elementi che possono viziare un verbale con il quale l'automobilista viene sanzionato per violazione del codice della strada sono molteplici e, pertanto, è sempre consigliabile controllare che la multa ricevuta non sia in ...
Condividi
(Cass. Civ., sez. VI 6/3/2018 n. 5227)
Se è vero che spetta al ricorrente, con l’onere di inversione della prova, l’eventuale mal funzionamento dell’apparecchiatura utilizzata per accertare il superamento dei limiti di velocità, questa compress...
Condividi
Per la Cassazione appare decisiva la modesta dimensione del fosso che avrebbe reso possibile evitare la caduta prestando la dovuta attenzione
Non è dovuto alcun risarcimento da parte del Comune alla signora caduta in una buca sulla strada: decisiva per giungere a tale conclusione la prova delle modeste dimensioni del fosso presente strada, poco profondo e dunque facilme...
Condividi
(Cass. Pen. sez. II - sentenza n. 13094/2018)
Trattandosi, nel caso di rapina, di reato per il quale è previsto l'arresto obbligatorio, è legittimo l'arresto operato da privato cittadino.
Condividi
Per la Cassazione, l'indicazione del tratto di strada dell'infrazione è necessario solo in caso di rilevazione tramite strumenti a distanza
Non sempre il decreto prefettizio deve indicare il luogo in cui è avvenuta l'infrazione prevista dal Codice della Strada. Ad esempio, l'indicazione del tratto stradale nel quale è stata rilevata l'infrazione s...
Condividi
Pagine: 1