Martedì 03 Agosto 2021
area riservata
ASAPS.it su
Una recente sentenza di merito ha illustrato quale valenza ha la rilevazione del tasso alcolemico (art. art. 186 comma 3 C.d.s.) dal punto di vista procedural-penalistico. Sotto il profilo interpretativo non emerge nulla di innovativo, tuttavia viene evidenziato un aspetto che nell'applicazione pratica viene spesso trala...
Condividi
30/Novembre/2012
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
La responsabilità per danni da “insidia” da parte degli enti secondo le molteplici decisioni della giurisprudenza, specie quelle più recenti per Giovanni D’Agata, fondatore del...
Condividi
  Con la sentenza n. 20292 del 20 novembre 2012 i giudici di legittimità, pronunciatisi nel caso di specie a favore del risarcimento dei parenti della vittima di un incidente stradale, hanno r...
Condividi
Foto Blaco- archivio Asaps Il giudice può desumere lo stato di alterazione psicofisica derivante dall’influenza dell’alcol da qualsiasi elemento sintomatico dell’ebbrezza ma, per una...
Condividi
MILANO - In attesa della tabella unica nazionale per le lesioni macropermanenti (da 10 a 100 punti di invalidità) – iter regolamentare fermo da più di un anno dopo uno stop parlamentare, nonostante le sollecitazioni a...
Condividi
Omicidio volontario per la guida spericolata che causa la morte di altre persone. Parola della Cassazione, sentenza 42973/2012 (il testo su www.guidaaldiritto.ilsole24ore.com). Il caso, noto alle cronache, è avvenuto a Roma nel 2009 quando un cittadino moldavo, alla guida di un furgone rubato, per sfuggire ad una volante della polizia che lo inseguiva, attraversava con il semaforo rosso uno degli...
Condividi
Il centauro che non 'obbliga' il passeggero ad indossare il casco rischia una condanna per omicidio colposo in caso di incidente. Lo ha ribadito la Cassazione (Quarta sezione penale, sentenza 43449) confermando una doppia condanna inflitta ad un motociclista palermitano che nel giugno 2010 si era schiantato con la moto contro un compattatore..
Condividi
Roma – L’EVENTUALE mancato uso della cintura di sicurezza da parte della vittima non esclude la responsabilità penale del pirata della strada anche se può avere come conseguenza uno sconto di pena. La circostanza dell’assenza di cintura non esclude, cioè, la responsabilità penale ma incide sulla quantificazione della sanzione e del risarcimento...
Condividi
Viene accusato di illecita importazione di merci, ma l’auto è di una società di leasing e quindi non può essere posta sotto sequestro preventivo. Lo ha ribadito la Cassazione con la sentenza 35473/12.
Un’auto di grossa cilindrata, immatricolata in svizzera, veniva sequestrata alla dogana dalla Guardia di Finanza, vista l’accusa di illecita importazione mossa nei confronti del conducente. La convenzione di Istanbul consen...
Condividi
Pagine: 1