Giovedì 24 Settembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
(Cass. Civ., sez. II, 22 marzo 2017, n. 7308)
In tema di sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada, la legittimazione passiva spetta all’amministrazione dalla quale dipendono gli agenti che hanno accertato la violazione, sicché, ove il verbale sia stato elevato dalla polizia municipale, legittimato a resistere all’opposizione è il comune; tuttavia, qualo...
Condividi
28/Settembre/2017
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
(Cass. Pen., sez. IV, 27 marzo 2017, n. 15189)
La richiesta di sottoposizione agli accertamenti per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti da parte degli organi di polizia non necessita di formule sacramentali, purché la formula usata risulti idonea al raggiungim...
Condividi
(Cass. Pen., sez. IV, 5 maggio 2017, n. 21885)
In tema di accertamento della guida in stato di ebbrezza, qualora il prelievo ematico venga effettuato dal personale sanitario non per motivi di carattere medico-terapeutico, ma esclusivamente su richiesta del personale di P.G. ai fini d...
Condividi
(Cass. Pen., sez. IV, 28 aprile 2017, n. 20388)
In seguito all’entrata in vigore del D.L.vo 5 gennaio 2016, n. 8, l’ipotesi contravvenzionale di guida senza patente di cui all’art. 116, comma 15, c.d.s., è stata depenalizzata, mentre configura un’autonom...
Condividi
(Cass. pen., sez. IV, 15 dicembre 2016, n. 53293)
In tema di guida in stato di ebbrezza, il prelievo ematico compiuto dai sanitari su richiesta degli organi di Polizia stradale, al di fuori della emersione di figure di reato e di attività propedeutiche al loro accertamento, non r...
Condividi
(Cass. pen., sez. IV, 14 dicembre 2016, n. 52876)
In tema di circolazione stradale, è configurabile una gara di velocità, vietata dall’art. 9 ter C.d.S., quando due o più conducenti di veicoli, senza preventivo accordo e per effetto di una tacita e reciproca v...
Condividi
(Cass. civ., sez. VI, 23 gennaio 2017, n. 1730)
In presenza di plurime violazioni del codice della strada, commesse in luoghi diversi in virtù della variabilità del percorso di viaggio compiuto dal trasgressore, competente ad elevare la contestazione, stante la natura pe...
Condividi
(Consiglio di Stato, sez. V, 15 febbraio 2017, n. 678)
Nel caso di sinistro stradale causato da soggetto affetto da patologia cardiaca, poi risolta con intervento chirurgico, non è necessaria l’ingiunzione da parte degli organi locali del Ministero delle Infrastrutture e dei Tra...
Condividi
(Cass. Pen., sez. VI, 11 ottobre 2016, n. 42951)
L’inottemperanza del conducente di un veicolo all’invito a fermarsi da parte di un ufficiale di polizia giudiziaria integra l’illecito amministrativo previsto dall’art. 192, comma primo, C.d.s., e non il reato di ...
Condividi
(Cass. Pen., sez. VI, 11 ottobre 2016, n. 49251)
L’inottemperanza del conducente di un veicolo all’invito a fermarsi da parte di un ufficiale di polizia giudiziaria integra l’illecito amministrativo previsto dall’art. 192, comma primo, C.d.s., e non il reato di ...
Condividi
(Cass. Pen., sez. IV, 15 dicembre 2016, n. 53304)
In tema di circolazione stradale, la cosiddetta precedenza di fatto sussiste soltanto nei casi in cui il veicolo si presenti all’incrocio con tanto anticipo da consentirgli di effettuarne l’attraversamento senza che si verifi...
Condividi
(Cass. Pen., sez. V, 22 gennaio 2016, n. 1787)
L’inammissibilità del ricorso per cassazione per qualunque causa verificatasi non impedisce la possibilità di dichiarare la depenalizzazione del reato nel frattempo intervenuta. (Nella specie, relativamente all’...
Condividi
(Cass. Civ., sez. VI, 7 febbraio 2017, n. 3156)
In tema di riscossione di sanzioni amministrative pecuniarie, la cognizione sulle opposizioni all’intimazione di pagamento per violazioni del codice della strada è devoluta alla competenza del giudice di pace in base ad un c...
Condividi
(Cass. Civ., sez. II, 2 febbraio 2017, n. 2795)
La presunzione di demanialità stabilita dall’art. 22 della L. n. 2248 del 1865, all. F, non si riferisce ad ogni area comunicante con la strada pubblica, ma solo a quelle che, per l’immediata accessibilità, inte...
Condividi
(Cass. Civ., sez. VI, 7 febbraio 2017, n. 3216)
In tema di responsabilità da negligente manutenzione delle strade, è in colpa la Pubblica Amministrazione che non provveda alla manutenzione o messa in sicurezza delle aree, anche di proprietà privata, latitanti le p...
Condividi
(Cass. Civ., sez. II, 8 marzo 2017, n. 5873)
In tema di sanzioni amministrative conseguenti al superamento dei limiti di velocità, il sistema di accertamento comunemente detto “tutor” (tecnicamente "SICVe" - Sistema Informativo Controllo Velocità...
Condividi
(Cass. Civ., sez. VI, 14 marzo 2017, n. 6506)
In tema di infrazioni al codice della strada, cui consegua l’irrogazione della sola sanzione pecuniaria, legittimato a proporre la relativa opposizione è unicamente il proprietario del veicolo e non anche il conducente non p...
Condividi
(Cass. Civ., sez. VI, 15 marzo 2017, n. 6651)
L’opposizione avverso l’ordinanza ingiunzione emessa per infrazioni al codice della strada (così come quel la avverso il verbale di contestazione dell’infrazione), quando l’illecito sia di tipo omissivo, va...
Condividi
(Cass. Pen., sez. VI, 6 marzo 2017, n. 10885)
È ravvisabile il reato di resistenza a pubblico ufficiale, ex art. 337 c.p., nella condotta di chi, accortosi che un ausiliario del traffico stava elevando contravvenzione ad alcune auto in sosta vietata, lo abbia raggiunto e, chi...
Condividi
(Cass. Pen., sez. VI, 5 aprile 2017, n. 17061)
Ai fini della configurabilità del reato di resistenza a pubblico ufficiale, integra gli estremi della violenza la condotta di soggetto che fugga alla guida di un veicolo in modo tale da porre deliberatamente in pericolo l’in...
Condividi
Pagine: 1 2