Domenica 28 Novembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
(Cass. Civ., Sez. III, 29 settembre 2011, n. 198836)
In tema di assicurazione della responsabilità civile da circolazione di veicoli, i soggetti assicurati, per espressa previsione dell’art. 1 della legge 24 dicembre 1969, n. 990, sono quelli previsti dall’art. 2054 cc., tra i quali è incluso il proprietario del veicolo. Poiché, ai sensi dell’art. 2054, comma quarto, c...
Condividi
29/Settembre/2011
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
(Cass. Civ., Sez. III, 29 settembre 2011, n. 19883)
In tema di assicurazione della responsabilità civile da circolazione di veicoli i soggetti assicurati, per espressa previsione dell’art. 1 della legge 24 dicembre 1969, n. 990, Sono quelli previsti dall’art. 2054 c....
Condividi
(Giudice di Pace Civile di Torino, 23 settembre 2011, n. 8305)
È illegittimo il rilevamento a distanza ex art. 4 L.168/02 effettuato su una strada urbana non appartenente alla categoria delle strade urbane di scorrimento, e, ciò, a prescindere dal suo inserimento nell’elenco che ...
Condividi
(Cass. Pen., Sez. IV, 22 settembre 2011, n. 34459)
Il divieto di revoca del sequestro ex art. 324, comma settimo, c.p.p., è applicabile esclusivamente nei casi di confisca obbligatoria previsti dall’art. 240, comma secondo, c.p. e non anche nelle ipotesi di confisca obbligat...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. V, 22 settembre 2011, n. 19315)
Ai fini della configurabilità di un diritto al risarcimento dei danni (nella specie danno esistenziale per mancato utilizzo di autovettura) subiti dal contribuente in seguito ad annullamento di cartella esattoriale, non è s...
Condividi
(Cass. Pen., Sez. IV, 14 settembre 2011, n. 34070)
In tema di custodia di animali, il proprietario detentore di un cane è tenuto a controllarlo in ogni memento con le debite cautele. Ne deriva che qualora un incidente stradale sia determinato dalla presenza sulla pubblica via di u...
Condividi
(Cass. Civ., sez. I, 10 gennaio 2005, n. 287)
Velocità – Limiti fissi – Strada extraurbana principale – elevazione del limite massimo di velocità consentito ex art. 142, comma primo, c.s. – Qualificazione di detta strada – Criteri ex art. ...
Condividi
(Cass. Pen., sez. IV, 22 novembre 2004, n. 45070)
In tema di guida in stato di ebbrezza, l’esito positivo dell’alcoltest costituisce prova della sussistenza dello stato di ebbrezza ed è onere dell’imputato fornire eventualmente la prova contraria a tale accertam...
Condividi
(Cass. Pen., sez. IV, 16 giugno 2005, n. 22599)
I risultati del prelievo ematico effettuato per le terapie di pronto soccorso successive ad incidente stradale, e non preordinato a fini di prova della responsabilità penale, sono utilizzabili per l’accertamento del reato co...
Condividi
(Cass. Civ., sez. I, 16 maggio 2005, n. 10212)
In materia di violazione alle norme del codice della strada relative ai limiti di velocità, l’efficacia probatoria dello strumento rilevatore del superamento di tali limiti (Autovelox) opera fino a quando sia accertato, nel ...
Condividi
(Cass.Pen., sez. IV, 22 luglio 2005, n. 27379)
Il vigente codice della strada omette ogni specifica disciplina destinata a regolare la circolazione nelle cosiddette “rotatorie”, limitandosi l’art. 122 del Regolamento di esecuzione (D.P.R. 16 dicembre 1992 n. 495, e ...
Condividi
(Cass. Pen., sez. II, 29 luglio 2005, n. 28793)
Il reato di danneggiamento di cui all’art. 635 c.p. si distingue, sotto il profilo del deterioramento, da quello di deturpamento o imbrattamento previsto dall’art. 639 c.p. perché, mentre il primo produce una modificaz...
Condividi
(Cass. Civ., sez. II, 24 agosto 2005, n. 17205)
In tema di sanzioni amministrative per violazione del codice della strada, il provvedimento prefettizio della sospensione provvisoria della patente di guida, previsto dall’art. 223 c.s. a tutela immediata dell’incolumit&agrav...
Condividi
(Cass. Civ., sez. III, 3 agosto 2005, n. 16223)
Il modulo di constatazione amichevole di un sinistro stradale sottoscritto dai conducenti coinvolti e completo in ogni sua parte (compresa la data), ha, nei confronti degli stessi valore di confessione stragiudiziale resa alla parte e, a...
Condividi
(Cass. Civ., sez. I, 19 settembre 2005, n. 18474)
In tema di violazioni al codice della strada, il conducente del veicolo con il quale sia stata commessa l’infrazione è privo di legittimazione a proporre opposizione all’ordinanza-ingiunzione emessa soltanto a carico d...
Condividi
(Cass. Civ., sez. III, 16 novembre 2005, n. 23218).
Anche i conducenti di autoveicoli della polizia, dei vigili del fuoco o di ambulanze, i quali circolino per servizio urgente di intervento o di pronto soccorso e con l’azionamento delle “sirene”, non devono anteporre il...
Condividi
(Trib. Civ. di Roma, sez. XII, 29 marzo 2005, n. 8902)
Sussiste precedenza di fatto del pedone rispetto a conducente di motoveicolo sopraggiungente e conseguente responsabilità di quest’ultimo nella causazione dell’investimento, qualora il pedone sia fermo ma ben visibile ...
Condividi
(GdP di Palermo, 4 novembre 2005, n. 9208)
In tema di accertamento delle violazioni dei limiti di velocità, deve ritenersi legittima la misurazione effettuata mediante apparecchio telelaser mod. Ultralyte omologato, secondo il disposto dell’art. 142, comma sesto, del...
Condividi
(Cass. Civ. sez. I, 29 aprile 2005, n. 8960)
In tema di sanzioni amministrative pecuniarie irrogative per violazioni del codice della strada, nel caso in cui l’interessato impugni direttamente il verbale di accertamento dell’infrazione, deve convenire in giudizio l&rsqu...
Condividi
(Trib. Civ. di Milano, 16 aprile 2005, n. 4279)
L’incertezza sulle concrete modalità del sinistro automobilistico, nonché sulle condotte di ciascun conducente, portano alla presunzione della eguale responsabilità.
Condividi
Pagine: 1 2