Lunedì 24 Gennaio 2022
area riservata
ASAPS.it su
(Cass. Pen., Sez. V, 29 novembre 2011, n. 44119)
Sussiste l’aggravante di cui all’art. 625, comma primo, n. 7, c.p. - sub specie di esposizione della cosa per necessità o per destinazione alla pubblica fede - nel caso in cui il soggetto attivo si impossessi di un’autovettura dotata di antifurto satellitare, il quale, pur attuando la costante percepibilità della localizzaz...
Condividi
29/Novembre/2011
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
(Cass. Pen., Sez. IV, 22 novembre 2011 n. 43017)
Ai fini della configurazione del reato di detto stato può essere desunto, anche nella vigenza del sopravvenuto regime sanzionatorio, da elementi sintomatici; peraltro, la possibilità per il giudice di avvalersi, ai fini del...
Condividi
(Cass. Pen., Sez. V, 21 novembre 2011, n. 42957)
In tema di falsità materiale, deve ritenersi la sussistenza del reato qualora la condotta addebitata all’agente consista nella creazione di una copia fotostatica che abbia l’apparenza del documento originale e non cont...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. III, 11 novembre 2011, n. 23562)
In tema di circolazione stradale è dovere primario dell’ente proprietario della strada (e dell’Anas, in relazione alle strade e autostrade che le sono affidate e in relazione alle quali esercita i diritti e i poteri at...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. VI, Ord. 10 novembre 2011, n. 23457)
La guida successiva al materiale ritiro della patente per guida in stato di ebbrezza, ma precedente il provvedimento di sospensione da parte dell’autorità amministrativa competente, configura non la violazione dell’art...
Condividi
(Cass. Pen., sez. V, 16 maggio 2006, n. 16571)
Integra il reato di violenza privata la condotta di chi, avendo parcheggiato irregolarmente il proprio veicolo in un’area condominiale alla quale non aveva diritto di accedere, impedisce ad altri di uscire con i propri veicoli sull...
Condividi
(Cass. Civ., sez. un., 5 maggio 2006, n. 10311)
La dichiarazione confessoria, contenuta nel modulo di constatazione amichevole del sinistro (cosiddetto CID), resa dal responsabile del danno proprietario del veicolo assicurato e litisconsorte necessario, non ha valore di piena prova, m...
Condividi
(Corte Costituzionale, ord. 21 aprile 2006, n. 169)
E’ manifestamente infondata, in riferimento agli artt. 2 e 3 Cost., la questione di legittimità costituzionale dell’art. 172 D.L.vo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della Strada), come modificato dall’art. 3,...
Condividi
(Cass. Pen., sez. IV, 16 febbraio 2006, n. 6014)
L’accertamento del tasso alcolemico (c.d. «alcoltest») nel sangue di conducenti di veicoli, quale previsto dall’art. 186 c.s., rientra fra gli atti previsti dall’art. 354 c.p.p., nel compimento dei quali la ...
Condividi
(Cass. Pen., sez. IV, 1 marzo 2005, n. 7640)
Costituisce «fatto nuovo» (in relazione al quale occorre procedere ai sensi di quanto disposto dall’art. 518 c.p.p.) allorché si proceda per la contravvenzione di guida in stato di alterazione psico-fisica per us...
Condividi
(Cass. Pen., sez. IV, 16 marzo 2005, n. 10226)
In tema di guida in stato di ebbrezza (art. 186 c.s.), l’ubriachezza volontaria non determinata cioè da caso fortuito né da forza maggiore, non esclude né diminuisce l’imputabilità: l’agente ...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 30 settembre 2005, n. 19201)
L'art. 116, comma 18, del codice della strada dispone che alle violazioni di cui al comma 13 dello stesso articolo - consistenti nella condotta di chi guida autoveicoli o motoveicoli senza aver conseguito la patente di guida, ovvero ...
Condividi
(Cass. Pen., Sez. IV, 27ottobre 2005, n. 39391)
Il conducente di un veicolo che abbia l’obbligo di precedenza prima di immettersi nella sede stradale non può limitarsi a verificare che altro conducente gli abbia concesso la precedenza, ma deve verificare con la massima di...
Condividi
(Cass. Pen., sez. IV, 10 novembre 2005, n. 40908)
In tema di violazione stradale, il conducente di un veicolo è tenuto a vigilare al fine di avvistare il pedone, implicando il relativo avvistamento la percezione di una situazione di pericolo, in presenza della quale il conducente...
Condividi
(Cass. Civ., sez. I, 17 novembre 2005, n. 23251)
Depenalizzazione – Applicazione delle sanzioni – Formazione e trasmissione dei ruoli da parte del prefetto – Termine decadenziale ex art. 17 D.P.R. n. 602/73 – Applicabilità – Esclusione – Presc...
Condividi
(Cass. Civ., sez. II, 24 novembre 2005, n. 24787)
La violazione, con un’unica condotta, dell’art.. 23 del codice della strada, che vieta la collocazione sulla sede stradale e sulle sue pertinenze, o in prossimità della stessa, di «insegne, cartelli, manifesti, i...
Condividi
(Cass. Civ., sez. I, 16 dicembre 2005, n. 27799)
Strade – cartelli pubblicitari – Installazione lungo le strade – Violazione dell’art. 23 c.s. – Partito politico beneficiario della pubblicità – Responsabilità ex art. 6 L. n. 689/1981 &n...
Condividi
(Cass. Civ., sez. I, 20 dicembre 2005, n. 28244)
Nel giudizio di opposizione a sanzione amministrativa, come regolato dalla legge n. 689 del 1981, mentre spetta, ai sensi dell’art. 2697, all’amministrazione opposta dimostrare la fondatezza della sanzione comminata, spetta i...
Condividi
(Cass. Civ., sez. I, 21 dicembre 2005, n. 28303)
Ai sensi dell’art. 1 della legge n. 990 del 1969, in tema di assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile derivante dalla circolazione di veicoli a motore e natanti, le relative norme sono applicabili allorch&eacu...
Condividi
(Cass. Civ., sez. III, 31 gennaio 2006, n. 21279)
In tema di circolazione di veicoli e per il caso di investimento da parte di autoveicolo di pedone che attraversa la sede stradale, la presunzione di colpa del conducente investitore prevista dall’art. 2054, primo comma, c.c., non ...
Condividi
Pagine: 1 2