Venerdì 24 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
(Cass. Civ., Sez. II, 19 ottobre 2010, n. 21447)
In tema di sanzioni amministrative connesse alla guida in stato di ebbrezza, la sospensione della patente di guida di cui all’art. 186 del codice della strada si fonda su presupposti diversi da quelli di cui all’art. 223 del medesimo codice; nel primo caso, infatti, che costituisce fatto penalmente rilevante, la sospensione può consegui...
Condividi
19/Ottobre/2010
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
(Tribunale Penale di Monza, 16 ottobre 2010, n. 1978)
Non sussiste il reato di cui all’art. 116, comma 13, c.s. (guida di veicolo senza avere conseguito la patente) nell’ipotesi di straniero residente sul territorio da oltre un anno, con permesso di guida internazionale rilascia...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. III, 15 ottobre 2010, n. 21328)
La presunzione di responsabilità per danni da cose in custodia, prevista dall’art. 2051 c.c., si applica per i danni subiti dagli utenti dei beni demaniali, tra i quali le strade, tutte le volte in cui sia possibile, da part...
Condividi
(Cass. Pen., Sez. IV, 14 ottobre 2010, n. 36793)
Atteso il carattere prevalentemente sanzionatorio della confisca obbligatoria del veicolo prevista, per il caso di guida in stato di ebbrezza, dall’art. 186, comma 2, C.d.S. nel testo introdotto dal D.L. 23 maggio 2008 n. 92, conv....
Condividi
(Giudice di Pace Civile di Palermo, Sez. VIII, 12 ottobre 2010)
In tema di opposizione a sanzione amministrativa comminata per eccesso di velocità, non sussiste l’esimente dello stato di necessità nel caso in cui la velocità superiore ai limiti consentiti sia dipesa dal fat...
Condividi
(Giudice di Pace Civile di Mantova, 6 ottobre 2010, n. 1237)
La carta di qualificazione del conducente non è richiesta a chi, non avendo la qualifica di autista, si sia trovato occasionalmente alla guida di un veicolo di proprietà di una società. (Nella fattispecie il conducen...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. II, ord. 14 ottobre 2010, n. 21236)
A seguito della modifica dei criteri di competenza territoriale relativi alle sanzioni amministrative in materia di stupefacenti, il nuovo testo dell’art. 75, commi 4 e 13, del d.p.r. 9 ottobre 1990, n. 309 - così come mo...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. III, 10 novembre 2009, n. 23735)
La responsabilità solidale - sia pure atipica - che sussiste tra il responsabile di un sinistro stradale ed il suo assicuratore della r.c.a., comporta che ove il giudice d’appello, accogliendo il gravame del primo, ...
Condividi
(Cass. Civ., sez. II, 15 settembre 2009, n. 19879)
In tema di sanzioni amministrative, ai fini dell’accertamento della sussistenza o meno delle cause di esclusione della responsabilità, previste dall’art. 4 della legge 24 novembre 1981, n. 689, occorre, in man...
Condividi
(Cass. Civ., sez. III, 19 agosto 2009, n. 18401)
Assicurazione obbligatoria - Veicolo abusivamente modificato -  Obbligo di assicurazione - Sussistenza - Presupposti - Conseguenze - Fattispecie relativa a sinistro avvenuto prima dell’introduzione dell’obblig...
Condividi
(Cass. Pen., sez. V, 7 luglio 2009, n. 27915)
Integra il reato di uso di atto falso (art. 489 c.p.) la condotta di colui che esponga nel cruscotto dell’auto, posteggiata in zona contrassegnata dall’obbligo di pagamento della sosta, una riproduzione fotostatica d...
Condividi
(Cass. Civ., sez. I, 25 settembre 2007, n. 19920)
Nel giudizio di opposizione avverso l’ordinanza-ingiunzione che irroga una sanzione amministrativa, l’omessa lettura del dispositivo in udienza, prevista dall’art. 23 della legge 689 del 12981, determina la nul...
Condividi
(Cass. Civ., sez. II, 30 gennaio 2008, n. 2201)
In tema di sanzioni amministrative per violazio­ne del codice della strada, non comporta nullità l’avere riportato nel verbale di contestazione un te­sto di legge diverso da quello violato, ove l’inter...
Condividi
(Tribunale Penale di Camerino, 23 dicembre 2008)
La pericolosità (e quindi l’esistenza del reato) della condotta di guida posta in essere da soggetto che versi in stato di ebbrezza non dipende necessariamente dalla distanza percorsa alla guida; infatti, anche un...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 9 novembre 2007, n. 23380)
L’atto di opposizione contro il verbale di contravvenzione al codice della strada deve essere depositato, a pena di inammissibilità, nella cancelleria del giudice nel termine di sessanta giorni dalla contestazione o...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. II, 24 aprile 2008, n. 1078)
Il proprietario del veicolo (nel caso di specie, un’autoscuola) deve ottemperare all’invito di forni­re informazioni sui dati personali e sulla patente di guida della persona cui ha affidato la conduzione del vei...
Condividi
(Cass. Civ., sez. III, 30 settembre 2009, n. 20949)
Responsabilità da sinistri stradali - Colpa del conducente - Investimento di pedone - Sulle strisce pedonali - Attraversamento frettoloso ed a testa bassa - Concorso di colpa - Esclusione Risarcimento del danno - Parent...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. II, ord. 23 maggio 2008, n. 13388)
Nel caso di violazione del Codice della strada costituente reato, il verbale di accertamento non è autonomamente impugnabile, in quanto privo di na­tura sanzionatoria, avendo esclusivamente funzione di atto interno di...
Condividi
(Cass. Pen., sez. VI, 15 gennaio 2008, n. 2162)
Non sussiste il reato di cui all’art. 334 c.p. qualora la condotta di sottrazione riguardi beni sottoposti a provvedi­mento di fermo amministrativo a norma dell’art. 214 D.L.vo 30 aprile 1992, n. 285, ost...
Condividi
(Cass. Civ. Sez. I, 29 aprile 2005, n. 8960)
In tema di sanzioni amministrative pecuniarie irrogative per violazioni del codice della strada, nel caso in cui l’interessato impugni direttamente il verbale di accertamento dell’infrazione, deve convenire i...
Condividi
Pagine: 1 2