Domenica 19 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/01/2004

CESENA - COLPO GROSSO DEL CAPS DI CESENA: INSIEME ALLA POLIZIA MUNICIPALE STRONCA UN TRAFFICO DI AUTO RUBATE

 
COLPO GROSSO DEL CAPS DI CESENA: INSIEME ALLA POLIZIA MUNICIPALE STRONCA UN TRAFFICO DI AUTO RUBATE
(ASAPS) CESENA - Il colpo grosso stavolta lo hanno fatto gli uomini del Caps di Cesena, il Centro di Addestramento della Polizia Stradale, dotato anche di un reparto operativo sul territorio sia per la vigilanza stradale che per il settore investigativo. Gli uomini del dottor Balduino Simone avevano fatto irruzione il 12 gennaio scorso all’interno di un deposito adibito alla custodia di automobili di lusso rubate, in attesa di essere riciclate. All’interno del capannone in zona Ponte Cucco, nei pressi di San Giorgio di Cesena, stoccate, ce n’erano sette, praticamente fiammanti e di grossa cilindrata, occultate agli occhi indiscreti. Secondo le minuziose ricostruzioni dei detective della specialità, il giro sgominato era gestito da un’articolata organizzazione criminale, specializzata nella clonazione di veicoli prestigiosi, clonate grazie a telai regolari di altre vetture in regola e distrutte in sinistri stradali, e infine riciclate. La destinazione del mercato clandestino è senz’altro l’est Europeo. Gli investigatori del Caps, che hanno lavorato a stretto contatto con la polizia municipale di Cesena, hanno capito subito che si trovavano di fronte ad un mercato illecito sulle automobili rubate. Per il momento, la Polizia Stradale ha fornito tre indagati alla Procura, indicati come responsabili del malfatto, ma è chiaro che il giro era di grande spessore ed ora toccherà lavorare duro per smascherare il resto del sodalizio. L’indagine era nata dalla scoperta casuale di un vigile urbano, che aveva ricevuto in esibizione un documento risultato falso. La sinergia investigativa ha condotto alla scoperta del capannone di via Calabria. (ASAPS)
Venerdì, 30 Gennaio 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK