Martedì 17 Maggio 2022
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/01/2004

OPERAZIONE DELLA POLIZIA STRADALE DI EBOLI E DI SALA CONSILINA: FOLLE INSEGUIMENTO SULL’A-3, CATTURATO

 
OPERAZIONE DELLA POLIZIA STRADALE DI EBOLI E DI SALA CONSILINA: FOLLE INSEGUIMENTO SULL’A-3, CATTURATO
(ASAPS) EBOLI - Le Alfa Romeo della Polizia Stradale lanciate a oltre duecento all’ora, poi l’epilogo dell’operazione. Tutto è nato a Polla, qualche ora prima, quando un ventunenne pregiudicato ruba un’auto e fugge sul tratto nord della Salerno-Reggio Calabria. Poco prima ne aveva rubata un’altra, a Lagonegro, con cui aveva imboccato la stessa A/3 prima di schiantarsi a causa dell’alta velocità contro un’altra auto. Dopo lo schianto il giovane ha scavalcato le barriere di protezione ed ha raggiunto l’abitato, dove ha forzato una seconda vettura. Il giorno di ordinaria follia è proseguito, ed è toccato alla Polizia Stradale di Sala Consilina, peraltro impegnata in un altro arresto ai danni di un ricettatore calabrese sorpreso con un tir taroccato, effettuare i primi rilievi e indirizzare le ricerche del fuggitivo, evidentemente in preda al panico. Infatti il delinquente ha ripreso la sua folle corsa sull’autostrada in direzione Salerno, ma a Battipaglia è stato intercettato da una pattuglia della sottosezione Polizia Stradale di Eboli, alle costole del fuggitivo. L’inseguimento è durato alcuni chilometri, fino a quando gli agenti, con un’azione da manuale, sono riusciti a bloccare e ad arrestare il ventunenne tra Battipaglia e Pontecagnano. Già in passato i pattuglianti di Eboli avevano messo in evidenza la propria capacità, catturando fuggitivi in autostrada senza coinvolgere altri automobilisti, come nel caso dell’arresto del serial killer di Teramo: in quell’occasione ci fu una sparatoria in autostrada fortunatamente senza vittime: gli agenti riuscirono infatti a centrare con precisione i pneumatici posteriori dell’auto (ASAPS).
Venerdì, 30 Gennaio 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK