Giovedì 28 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 11/02/2004

EUROTAROCCHI: NEL 2003 QUADRUPLICATE BANCONOTE E MONETE FALSE

EUROTAROCCHI: NEL 2003 QUADRUPLICATE BANCONOTE E MONETE FALSE
(ASAPS) ROMA - Sarebbe quadruplicato nel solo 2003 il numero di banconote e monete falsificate dal conio europeo dagli istituti di credito, dalle Poste e dalle forze di polizia, rispetto al primo anno di vita della moneta europea. Il dato, estremamente allarmante, è stato diffuso dall’Ufficio centrale antifrode mezzi di pagamento del Dipartimento del Tesoro nella presentazione del Rapporto Statistico sulla Falsificazione dell’Euro per il 2003. alla vigilia dell’adozione della moneta unica, gli esperti avevano messo sul chi vive i vari paesi, profetizzando che dopo un avvio tranquillo i falsari avrebbero aggiustato il tiro per un breve periodo di tempo, dpodiché sarebbe ricominciato il consueto spaccio di denaro falso. La tecnologia è però giunta in aiuto per la scoperta dei falsi, ed oggi il ritiro dal circuito di un quantitativo crescente di moneta falsa è più semplice. Nel corso del 2003 vi sono state 65.454 segnalazioni che hanno riguardato 122.287 banconote. Il Centro Analisi Nazionale della Banca d’Italia ne ha analizzate 119.820 e sono stati accertati falsi nel 98% dei casi (117.323 pezzi), per un controvalore totale pari a 5,84 milioni di euro. I falsari si sono concentrati sull’appetibile banconota da 50 euro (oltre 5,1 milioni, pari a circa l’88% del totale), riprodotta mediante stampa in off-set. Tuttavia è cresciuta l’attenzione dei taroccatori sulle monete, soprattutto per il maggior valore nominale rispetto alle vecchie lire. Le monete ritirate sono state 1.273. Delle 1.133 analizzate dalla Zecca dello Stato, ne sono risultate false 753. La moneta più copiata è quella da 1 euro (609 pezzi). (ASAPS)
Mercoledì, 11 Febbraio 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK