Lunedì 03 Ottobre 2022
area riservata
ASAPS.it su

Da inizio anno 21 bimbi morti in un incidente

Nell’ultimo fine settimana, in Italia, ci sono state 36 vittime di incidenti stradali. Un dato che spaventa, ma che è comunque inferiore del 25 per cento ai 45 morti registrati nel weekend precedente, il numero purtroppo ’record’ fin qui. È quanto emerge dall’ultimo report dell’Asaps, l’Associazione sostenitori e amici polizia stradale, che analizza l’ennesimo fine settimana di sangue sulle strade italiani: in 72 ore hanno perso la vita sedici automobilisti, dodici motociclisti, un ciclista, cinque pedoni, un conducente di trattore e uno di quad. Il report sottolinea inoltre che sono stati tre gli incidenti ’plurimortali’ (con sette vittime in totale), tre i sinistri avvenuti in autostrada e diciassette quelli sulle strade extraurbane principali.

Andando ad analizzare le cause, la fuoriuscita del veicolo – senza il coinvolgimento di terzi – è stata quella più frequente, con 17 vittime.

Choc anche il dato sull’età delle vittime: quindici di loro avevano meno di 35 anni e nell’elenco, purtroppo, figura anche un bambino di undici anni, investito sulle strisce a Terracina (Latina). L’altro undicenne falciato da un pirata della strada a Milano è invece – sempre secondo il report di Asaps – il ventunesimo bambino deceduto in un incidente stradale dall’inizio dell’anno.

"Dallo scorso mese di aprile – segnala infine l’Asaps – il numero dei morti nei weekend ha sempre contato numeri superiori ai 30-35 decessi, spingendosi a volte a più di 40. Sono dati molto severi, ma non sembra che suscitino particolari preoccupazioni".


da quotidiano.net


Il QN rilancia i tristi dati dell’Osservatorio ASAPS sui decessi dei bambini sulle strade. 

Mercoledì, 10 Agosto 2022
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK