Sabato 13 Agosto 2022
area riservata
ASAPS.it su
Pirateria , Notizie brevi 15/07/2022

Uccise Sara e Jessica: viaggiava a 180 all'ora ed era al telefono con la moglie

Pubblicate le motivazioni della sentenza che ha condannato a sette anni Dimitre Traykov. L'imprenditore, fuggito dopo l'incidente, aveva inviato la sua posizione via Whatsapp ad un conoscente per farsi venire a prendere

Era al telefono con la moglie e viaggiava a 180 all'ora in A28 Dimitre Traykov, ritenuto responsabile del duplice omicidio stradale di Sara Rizzotto, 26enne di Conegliano, e della cugina Jessica Fragasso, 20enne di Mareno di Piave.

Il 28 giugno scorso Traykov è stato condannato a sette anni di reclusione, otto mesi in meno di quanto chiesto dalla Procura. In queste ore, invece, sono state pubblicate le motivazioni della sentenza del gup Monica Biasutti. Traykov, fuggito dopo aver provocato lo schianto, ha guidato per un chilometro e mezzo in autostrada fino a raggiungere la sua ditta a Chions. Fondamentali le analisi sui tabulati telefonici dei tre telefoni di proprietà del 61enne bulgaro: dalle 19.36 alle 19.40 (ora dello schianto) Traykov era al telefono con la moglie mentre guidava a una velocità di 180 chilometri orari. Tre minuti dopo l'incidente l'imprenditore bulgaro ha richiamato per tre volte la moglie chiedendole di contattare un suo amico serbo a cui ha inviato la posizione dell'azienda di Chions per farsi venire a prendere. Una condotta "riprovevole" secondo il gup Biasutti. L'uomo ha agito con lucidità e freddezza: fuggendo di proposito, senza fermarsi a soccorrere le cugine e le bambine rimaste incastrate dentro la Fiat Panda. Nascondendosi grazie all'aiuto dell'amico serbo, Traykov ha fatto passare tre ore che potevano essere fondamentali per sottoporlo all'alcoltest. Il gup Biasutti, partita da una condanna a 9 anni per omicidio stradale e 1 anno e sei mesi per omissione di soccorso, ha dovuto ridurre la pena a sette anni per il rito abbreviato. I legali di Traykov hanno già annunciato la volontà di fare ricorso in appello.

 

da trevisotoday.it

 


Ecco che emergono le reali cause delle tragedie. Velocità e uso del telefonino alla guida. Le solite con l’alcol! (ASAPS)

Venerdì, 15 Luglio 2022
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK