Sabato 25 Giugno 2022
area riservata
ASAPS.it su
Comunicati stampa 17/06/2022

Multe CdS: da lunedì 27 giugno aumentano le spese postali per le raccomandate di notifica atti giudiziari
ASAPS chiede urgente intervento Governo su tre fronti e notifiche digitali

 ASAPS comunica che da lunedì 27 giugno aumentano del 7% i costi postali per le raccomandate con cui vengono notificate le sanzioni al Codice della Strada. A stabilirlo una delibera dell'AGCOM Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni dello scorso 30 maggio che deriva da una analisi successiva all'acquisizione di Nexive da parte di Poste Italiane,  che ora detiene una posizione di "significativo potere in tutti i mercati della corrispondenza”; la delibera indica  "opportuno, al fine della maggiore efficacia del suesposto quadro regolamentare, corredare il nuovo impianto normativo di accesso alla rete del servizio universale con una manovra tariffaria che sia coerente con le disposizioni di accesso anche alla luce dell’attuale, eccezionale, contesto economico, caratterizzato da una situazione globale d’incertezza tale da indurre i principali Organismi internazionali a considerare al ribasso le stime di crescita economica per il futuro e che si connota per un rilevante aumento dei costi delle materie prime e del carburante: ciò che si riflette, in articolar modo, sui settori come quello postale.”

Nella tabella allegata alla delibera si dispone perciò l'aumento da 9.50 euro a 10.15 euro del prezzo delle raccomandate finalizzate alle notifiche di atti giudiziari.
In pratica, sostiene ASAPS, un verbale per divieto di sosta da 42 euro notificato a casa, avrà l'aggiunta dei costi postali pari a 10,15 euro e con i costi procedurali che vanno da un minimo di 2,50 a 15 euro a seconda del comune in cui si viene sanzionati, come denunciato recentemente dai rappresentanti dell'Autorità garante per la concorrenza e il mercato alla Camera dei Deputati in Commissione Tutela dei Consumatori.

"ASAPS è per il rispetto delle norme del Codice della Strada ma ora occorre mettere ordine con gli aumenti indiscriminati delle tariffe postali e sulle spese procedurali per le sanzioni al CdS che portano al pagamento in totale di oltre 65 euro nei casi peggiori, per un semplice divieto di sosta – è il parere del  Presidente ASAPS Giordano Biserni. Occorre un intervento urgente del Governo su tre fronti: il primo con la sospensione della Delibera Agcom e il blocco delle tariffe postali per un biennio, vista la grave crisi economica del momento. Poi è necessaria e urgente una norma che imponga costi procedurali standard per tutti I Comuni, al fine di evitare aumenti ingiustificati da zona a zona in Italia. E da ultimo, va deciso subito il blocco dell'aumento biennale delle sanzioni che dovrebbe scattare il 1°gennaio 2023. Come illustrato da ISTAT proprio ieri, l'aumento dell'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) sarebbe dell'8,1%, con un divieto di sosta che passerebbe da 42 a 45 euro. Veramente troppo in momento terribile come questo“.

ASAPS invita poi le amministrazioni comunali ad adottare le nuove tecnologie per i preavvisi digitali attraverso l'APP IO come già avviene a Verona e Genova, dove vengono inviate le comunicazioni ai contravventori di verbali prodotti dalle telecamere per accessi abusivi alle Zone a Traffico Limitato e alle corsie bus, oltre che per superamento dei  limiti di velocità " senza costi aggiuntivi e con la possibilità di pagare scontato nei 5 giorni dalla comunicazione, in attesa di poter notificare tramite la piattaforma digitale gestita da PagoPA.  Martedì 21 giugno 2022 entrerà poi in vigore il regolamento della piattaforma digitale ma per la piena operatività bisognerà aspettare la conclusione dei test e il monitoraggio sul funzionamento, per il quale è previsto un apposito tavolo istituito presso il dipartimento  per la  Trasformazione  digitale  della presidenza del Consiglio dei ministri, al quale partecipano rappresentanti delle amministrazioni centrali, della Conferenza delle regioni e delle province autonome, dell'Anci dell’Upi e del gestore della piattaforma.

>In allegato la Delibera Agcom del 30 maggio 2022

>TABELLA - ALLEGATO B alla delibera n. 171/22/CONS


ASAPS è per il rispetto delle norme del Codice della Strada ma ora occorre mettere ordine con gli aumenti indiscriminati delle tariffe postali e sulle spese procedurali per le sanzioni al CdS che portano al pagamento in totale di oltre 65 euro nei casi peggiori, per un semplice divieto di sosta.

 

 


 


 

 

Venerdì, 17 Giugno 2022
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK