Giovedì 06 Ottobre 2022
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 16/05/2022

TASER ALLE POLIZIE LOCALI
Conferenza Unificata: Accordo, ai sensi dell’articolo 19, comma 1 del decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113, convertito nella legge 1° dicembre 2018, n. 132, tra il Governo, le Regioni e le Autonomie locali sulle “Linee generali adottate in materia di formazione del personale e di tutela della salute”.
A cura Ufficio Studi ASAPS

Si è tenuta nei giorni scorsi la riunione della Conferenza Unificata, in cui è stato trattato l’argomento arma ad impulsi elettrici (“taser”) alle Polizie Locali. Il pacchetto “sicurezza” approvato con il decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113, convertito con legge 1. dicembre 2018, n. 132 aveva previsto all’art. 19 la “Sperimentazione di armi ad impulsi elettrici elettrici da parte delle Polizie locali'', allo scopo di assicurare una disciplina tendenzialmente uniforme sul territorio nazionale nell'applicazione della medesima disposizione. La norma in esame, nel consentire alle Polizie locali di utilizzare in via sperimentale, armi comuni ad impulsi elettrici, si collocava sulla scia del Decreto del Ministro dell'Interno del 4 luglio 2018 il quale, in attuazione dell'articolo 8 comma 1-bis del decreto-legge 22 agosto 2014, n. 119, convertito con modificazioni dalla legge 17 ottobre 2014, n. 146, autorizza l'avvio da parte dell'Amministrazione della pubblica sicurezza, con le necessarie cautele per la salute e l’incolumità pubblica e secondo principi di precauzione c previa intesa con il Ministro della salute, della sperimentazione della pistola elettrica "Taser " per le esigenze dei propri compiti istituzionali. 

L’art. 19 della provvedimento sopra richiamato specificava che “previa adozione di un apposito regolamento comunale, emanato in conformità alle linee generali adottate in materia di formazione del personale e di tutela della salute, con accordo sancito in sede di Conferenza unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 , i comuni capoluogo di provincia, nonché quelli con popolazione superiore ai centomila abitanti possono dotare di armi comuni ad impulso elettrico, quale dotazione di reparto, in via sperimentale, per il periodo di sei mesi, due unità di personale, munito della qualifica di agente di pubblica sicurezza, individuato fra gli appartenenti ai dipendenti Corpi e Servizi di polizia locale”.

A distanza di oltre tre anni e mezzo, arriva l’accordo in Conferenza Unificata sulle  “Linee generali adottate in materia di formazione del personale e di tutela della salute”, con cui potrà avviarsi la sperimentazione, con i Comuni che potranno deliberare, con proprio regolamento, di dotare di armi comuni ad impulso elettrico, quale dotazione di reparto, per il periodo di sei mesi, due unità di personale, munito della qualifica di agente di pubblica sicurezza, individuato tra gli appartenenti ai dipendenti Corpi e Servizi di polizia locale. 

Ai fini dell'adozione del richiamato regolamento comunale di cui al comma 1 del citato art. 19, dovranno essere redatte, d'intesa con le aziende sanitarie locali competenti per territorio le "Linee-guida tecnico-operative" che definiscano nel rispetto dei principi di precauzione e di salvaguardia dell'incolumità pubblica le modalità e i termini della sperimentazione che deve essere effettuata previo un periodo di adeguato addestramento del personale interessato. Una volta prescelto il tipo di arma, dovrà essere elaborato un apposito "Manuale tecnico-operativo per l’addestramento e la sperimentazione operativa”, elaborato sempre d'intesa con le  aziende sanitarie locali, che disciplinerà le modalità operative da eseguire durante l’utilizzo dell'arma.  

Nelle “Linee generali “appena adottate, vengono trattati aspetti relativi alla tutela della salute, alle caratteristiche tecniche dell’arma e ai presupposti per l’utilizzo e la formazione del personale, con appositi moduli addestrativi e formativi specificamente previsti.

Aspetto molto delicato: il “taser” non potrà mai essere utilizzato da parte del personale delle Polizie Locali, durante i trattamenti sanitari obbligatori (TSO), così come espressamente raccomandato dal Consiglio Superiore di Sanità.

 

>Allegato A

 

Forlì, 16 maggio 2022


News ASAPS - Le ultime indicazioni sull'uso del Taser da parte delle Polizie Locali

 

 


 


 


Lunedì, 16 Maggio 2022
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK