Giovedì 07 Luglio 2022
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi , Droga 17/01/2022

"Fabbrica" di droga in una fattoria con tanto di serra: due quintali sequestrati

L'operazione è partita da un controllo in A1 della polizia stradale: calci e pugni agli agenti, una busta gettata nel dirupo. Da qui i controlli a tappeto e la scoperta

Arezzo, 15 gennaio 2022- La Polizia Stradale di Arezzo ha arrestato, nel primo pomeriggio di ieri, due giovani trafficanti di droga, che trasportavano oltre un etto di sostanza stupefacente, equamente suddivisa tra hashish e marijuana.

Questo durante il consueto pattugliamento autostradale, quando i poliziotti della Sottosezione Polizia Stradale di Battifolle hanno fermato, per un controllo di routine, un’auto Kia con targa italiana e con due persone a bordo, un uomo e una donna di circa 30 anni, residenti nelle province di Firenze e Prato.

I due giovani, appena scesi dall’auto, si sono avventati sugli agenti cercando di colpirli con calci e pugni e dopo aver gettato, nella scarpata, un involucro di cellophane, hanno provato a guadagnare la fuga verso i campi.

L’esperienza degli agenti, però, non ha permesso ai due di coronare con il successo il tentativo di fuga, né di fare sparire il misterioso involucro: i fuggitivi sono stati fermati e il pacchetto, che conteneva la droga, recuperato.

Da lì è iniziata una veloce, quanto efficace attività investigativa, che ha portato i poliziotti aretini, insieme ai colleghi di Firenze e Prato a perquisire le abitazioni dei due fermati e un’azienda agricola dedita alla produzione di canapa indiana, con il risultato del rinvenimento e sequestro di circa 200 kg di marijuana e 6 kg di hashish, oltre a una vera e propria serra, dove la droga veniva coltivata.

L’azienda è stata quindi sequestrata e i due sono stati arrestati.

da lanazione.it


 Tutto è partito da un controllo su strada sempre di loro. "Quelli" dell'A1 di Battifolle (AR). Bravi! (ASAPS)

Lunedì, 17 Gennaio 2022
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK