Martedì 17 Maggio 2022
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 29/03/2004

GENOVA - Genova, bombe contro le volanti e il commissariato della Polizia di Sturla. Gianni De Gennaro: un ordigno per uccidere gli agenti

 

Genova, bombe contro le volanti e il commissariato della Polizia di Sturla. Gianni De Gennaro: un ordigno per uccidere gli agenti

(ASAPS) GENOVA ‚ Nessun dubbio: quelle bombe composte di esplosivo per cava e bulloni, sono state create per uccidere e fatte scoppiare con una sequenza tale da colpire gli agenti intervenuti per il primo ordigno. Ne sono sicuri il questore di Genova e il capo della Polizia, giunto nel capoluogo ligure per ricevere di persona il rapporto degli investigatori. Solo un colpo di fortuna, infatti, ha consentito ai quattro componenti gli equipaggi delle due volanti di scampare allo spostamento d’aria e alla gragnola di chiodi e punte scagliate dalla dinamite, in un punto dove chiunque sarebbe stato investito dall’effetto detonante. Gli ordigni erano stati piazzati a poca distanza dall’ingresso del commissariato, in basso, ai piedi di una scala vicino a una cabina elettrica e a un cassonetto: la morfologia della struttura ha deviato lo spostamento d’aria e gli agenti ne sono usciti praticamente incolumi. Le ipotesi investigative ‚ stante l’assenza di rivendicazioni attendibili ‚ sono orientate verso gli ambienti dell’estrema sinistra, quella degli autonomi e degli anarco-insurrezionalisti, colpiti nella scorsa settimana da tre arresti effettuati dalla Digos genovese ed eseguiti nei confronti di altrettanti esponenti del circolo sociale "Orsa" di Milano. La dinamica dell’attacco alle istituzioni è simile ad altri attentati di matrice anarchica, perpetrati proprio a Genova ma anche a Roma, o nella stessa casa di Romano Prodi. Il Questore e il Prefetto di Genova si sono subito riuniti nel comitato provinciale per l’ordine pubblico, concordi sull’intenzione di uccidere da parte dei colpevoli. "Non è la prima volta che l’obiettivo dei killer è quello di seminare il panico nelle fila della Polizia di Stato ‚ ha detto il Capo della Polizia Gianni De Gennaro ‚ ma anche questa volta il tentativo è fallito". Le indagini sono state affidate ai magistrati Anna Canepa e Andrea Canciani, gli stessi inquirenti che indagano sull’attentato alla questura del dicembre 2002 e titolari dell’inchiesta sulle violenze di strada durante il G8, già al lavoro negli uffici della Digos. (ASAPS)

Lunedì, 29 Marzo 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK