Martedì 16 Agosto 2022
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 21/12/2021

ALORE TUSCAN... (ALLORA TUSCANO...)
La commovente poesia in dialetto friulano (e in italiano)  che i poliziotti di Amaro e Udine  hanno voluto dedicare al loro amico e collega Maurizio Tuscano che li ha lasciati in un freddo sabato mattina di dicembre mentre compiva il suo dovere


Alore Tuscan...

Al samê îr l’altri che a Pontebe tu sês rivât,
vignût jù di Tàrvis, blanc e ros, cun tante umiltât.
Metût sù la gnove divise da Specialitât,
palete tai stivai, e vie, su e jù pa statâl.
Cun fierece tu tabajavis dal to piçul
ca nol veve tante voe di durmî,
tu rivavis la binore inçussît disint:
"lade in blanc ancje usgnòt passade",
ma dopo une cjche tu partivis a tacâ la zornade.
Ai vût la fortune di sei stade tal to turno,
ma Tusky, disinsi la veretât,
erin giovins, no vevin grande esperience
ma istès qualchi verbâl i fasevin cun cussience.
Pontebe tal ’96 al à sierât
e cun alegrje ta capital da Cjargne tu sês lât.
Cence fature tu ti sês adatât  
e cun Gjani in particolâr tu as tant leât
Quant che ancje Tumieç al à sierât,
tu volevis vignî in citât
e vin fat vitis par l’idee fati cambiâ.
Cussì che ancje a Amâr
tu ti sês fat apprezzâ.
Cul passâ dai carnevai,
 un ninin bruntulòt tu sês diventât,
ma sclét gjenuin e cun voie di lavorâ,
qualitâs che in t’un collega
ducj ai vularesin cjatâ.
Il to frut si è laureât,
cu la to femine une famê esemplâr
Ancjmò no crodìn a ce cal’è capitât,
ma volin pensâ che tu sês partît
par meti in rie il trafic dal cîl.

Un MANDI di cûr di ducj nô da Stradâl
che cun te, in ogni stagjon
 tant timp i vin passât.

Venčon 18 dicembar 2021

Allora Tuscano...

Sembra ieri l’altro (il giorno) che arrivasti a Pontebba,
venuto da Tarvisio, bianco e rosso (in viso), con tanta umiltà.
Indossata la nuova divisa della Specialità,
paletta (infilata) negli stivali e via, su e giù per la statale.
Con fierezza parlavi del tuo piccolo
che non aveva tanta voglia di dormire,
arrivavi al mattino insonnolito dicendo:
«Anche stanotte è andata in bianco»
ma dopo una sigaretta eri pronto a iniziare la giornata.
Ho avuto la fortuna di essere stata nel tuo turno,
ma Tusky, diciamoci la verità,
eravamo giovani, non avevamo grande esperienza,
eppure quei verbali li facevamo con coscienza.
Pontebba nel ’96 ha chiuso
e sei andato con allegria nella capitale della Carnia.
Senza fatica ti sei adattato
e con Gianni in particolare hai molto legato.
Quando anche Tolmezzo ha chiuso,
volevi venire in città,
ed è stata dura farti cambiare idea.
Così ti sei fatto apprezzare anche ad Amaro.
Con il passare degli anni,
sei diventato un tantino brontolone,
ma schietto, genuino e con tanta voglia di lavorare,
qualità che in un collega tutti vorrebbero trovare.
Tuo figlio si è laureato,
con la tua sposa una famiglia esemplare...
Siamo ancora increduli dinnanzi a quanto è accaduto,
ma vogliamo pensare che tu sia partito
per dirigere il traffico in cielo.

Un MANDI* di cuore da tutti noi della Stradale
che con te, in ogni stagione,
tanto tempo abbiamo trascorso.

Venzone, 11 dicembre 2021

*Mandi è un antico termine della lingua friulana che esprime commiato e benedizione, intraducibile in italiano, ma il cui significato potrebbe essere restituito con l’espressione augurale “nelle mani di Dio”, cioè “che Dio ti protegga” (dal lat. manus dei).

 



Pubblichiamo la poesia in friulano e italiano dedicata dai suoi colleghi della Polizia Stradale della Sottosezione di Amaro e della Sezione di Udine al loro compagno di strada Maurizio Tuscano.
L’ASAPS si unisce nel commovente e dolce ricordo.

 

Martedì, 21 Dicembre 2021
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK