Domenica 25 Settembre 2022
area riservata
ASAPS.it su

Novara, studentessa di 13 anni e la mamma muoiono in un incidente: stavano andando a scuola

Drammatico incidente questa mattina intorno alle 7.30 a Cavaglietto, in provincia di Novara. Un’automobile, per cause in corso di accertamento, si è scontrata con un’altra vettura a bordo della quale c’erano una ragazza di 13 anni e la madre di 56 anni. La studentessa è morta sul colpo, la mamma poco dopo il ricovero in ospedale.

Drammatico incidente questa mattina intorno alle 7.30 a Cavaglietto, in provincia di Novara. Un’automobile, per cause in corso di accertamento, si è scontrata con un’altra vettura a bordo della quale c’erano una ragazza di 13 anni e la madre, di 56 anni. Sono morte entrambe. La giovane è morta subito dopo l'incidente mentre la donna, in codice rosso, è stata condotta in eliambulanza all’ospedale Maggiore di Novara, dove poi è deceduta. Solo lievi ferite per l’uomo che era alla guida dell’altra macchina.

L’incidente è avvenuto sulla strada provinciale nel tratto che collega Bogogno a Cavaglietto, poco più di 400 abitanti nella zona tra Borgomanerese e la bassa. La madre stava accompagnando la figlia a scuola da Vaprio, comune di residenza della famiglia, per poi recarsi al lavoro a Ghemme. Il violentissimo schianto è avvenuto in corrispondenza di un incrocio già teatro di numerosi incidenti. Sul posto con il 118 sono intervenuti la polizia stradale, i vigili del fuoco, la polizia locale di Cavaglietto, che ha chiuso la strada per effettuare i rilievi ancora in corso. La dinamica dell'incidente mortale non è ancora chiara.

Nel 2021 aumentano gli incidenti con più vittime

Dopo la flessione del 2020, dovuta principalmente al lodkdown, nel 2021 sono tornati ad aumentare gli incidenti stradali. Secondo i dati forniti dall'Osservatorio Asaps, l'associazione sostenitori della Polizia stradale, nei primi sei mesi di quest'anno sono stati 48 gli incidenti stradali plurimortali, con 105 vittime (43 incidenti con 2 morti, due con 3 morti, due con 4 morti, uno con oltre 4 vittime) e 97 feriti. Rispetto al 2020, gli incidenti plurimortali sono aumentati del 29,7%, le vittime del 18%, i feriti del 120%; 28 incidenti hanno coinvolto auto, 4 autocarri, 16 moto. In due episodi sono rimasti coinvolti anche pedoni. Quasi la metà degli schianti gravissimi (23) è avvenuta al sud, seguito da nord (16) e centro (9): in testa alla classifica nazionale la Sicilia (9), poi Emilia-Romagna e Puglia con 8. La distinzione per tipologie di strada illustra che 16 di questi incidenti sono avvenuti in autostrade o superstrade (33,3%), 26 su statali e provinciali (le più pericolose), 54,2%, e 6 nelle aree urbane (12,5%). Il maggior numero di schianti gravissimi è avvenuto nella fascia oraria 12-18, con 19 eventi (39,6%), 14 i plurimortali avvenuti dalle 18 alle 24 (29,2%), 11 dalle 6 alle 12 (22,9%) e 4 (8,3%) tra mezzanotte e le 6 del mattino.

da fanpage.it

 

>Osservatorio ASAPS sugli incidenti plurimortali primi sei mesi 2021
48 sinistri gravissimi,  nei quali si sono contate 105 vittime (43 incidenti con 2 morti, 2 con 3 morti, 2  con quattro morti, 1 con oltre 4 vittime) e 97 feriti
Rispetto al 2020 gli incidenti plurimortali +29,7%, vittime +18%, feriti +120%
Quasi la metà degli schianti gravissimi 23 è avvenuta al sud. In testa  la Sicilia con 9 plurimortali, seguono l’Emilia Romagna e la Puglia con 8


Un'altra feroce tragedia della strada. Una mamma e la sua figlia perdono la vita in un terribile schianto. La mamma accompagnava la figlia a scuola. Abbiamo esaurito le parole.
Secondo l’Osservatorio ASAPS la tredicenne è la 27esima piccola vittima della strada nel 2021. Sono 16 i bambini morti in incidenti stradali in questa estate. Solo l'ASAPS pubblica questi tristissimi numeri. Sostieni la voce libera della sicurezza stradale.

Martedì, 26 Ottobre 2021
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK