Lunedì 06 Dicembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

DAL 1° NOVEMBRE 2021 AUMENTA LA TARIFFA PER LE REVISIONI
ASAPS informa

 

È stato pubblicato il 3 agosto il decreto Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile d'intesa con il Ministro dell'Economia e Finanze che prevede l'aumento del costo della revisione per autovetture e motoveicoli dal prossimo 1° novembre.

L’aggiornamento delle tariffe era previsto dalla Legge di Bilancio 2021, e sarebbe dovuto diventare operativo a partire dallo scorso 30 gennaio, ma proprio la mancanza del decreto attuativo da parte del Ministero dei Trasporti ha portato ad una proroga del termine.

Automobilisti e motociclisti dovranno pagare 9,95 euro in più, al netto di IVA e altre spese: ad esempio, in caso di revisione presso un centro privato autorizzato, si passerà dagli attuali 66,08 euro a 79,02 euro.

Gli utenti pagheranno infatti 54,95 euro di tariffa revisioni (a fronte dei 45 euro attuali), 12,09 euro di IVA, 10,20 euro di diritti motorizzazione e 1,78 euro per corrispettivo del servizio di versamento postale. In totale 79,02 euro.

Tuttavia, proprio la Legge Finanziaria 2021 aveva introdotto anche un buono “veicoli sicuri”, che consente l’esenzione dall’aumento alla prima revisione effettuata entro tre anni. Il bonus è valido solo una sola volta e per un solo veicolo. Il bonus è però molto limitato, in quanto può contare su un fondo di 4 milioni di euro per tre anni. In pratica 12 milioni nel triennio che rappresentano una cifra minima di rimborso, rispetto al numero di veicoli da sottoporre a revisione in ogni annualità. I veicoli che annualmente godranno del bonus saranno 402.000 circa, a fronte di 14.348.718 veicoli revisionate nel 2019.

Tra le motivazioni della pubblicazione del decreto viene inserito che "risulta necessario indicare la decorrenza dell'aumento della tariffa relativa alla revisione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, in attuazione di quanto previsto dall'articolo 1, comma 705, della legge n. 178 del 2020 (legge finanziaria 2021), al fine di evitare incertezze applicative, nonché per assicurare la contestualità temporale e operativa tra l'aumento della tariffa e la misura compensativa prevista dal "bonus veicolo sicuro". Insomma una lunga gestazione per far assorbire un aumento della tariffa che sicuramente non piacerà ai cittadini. (ASAPS)

>II testo del decrerto


Automobilisti e motociclisti dovranno pagare 9,95 euro in più, al netto di IVA. E’ previsto un bonus, ma il fondo è limitato e coprirà una minima parte dei veicoli che devono essere revisionati. (ASAPS)

 

 

Venerdì, 06 Agosto 2021
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK