Lunedì 02 Agosto 2021
area riservata
ASAPS.it su

PRESENTATO AL SENATO NUOVO DISEGNO DI LEGGE SUI MONOPATTINI
a cura Ufficio Studi ASAPS

Mentre in Commissione Trasporti alla Camera è iniziato l'iter per scrivere nuove norme sulla circolazione dei monopattini, ecco che al Senato viene pubblicato il disegno di legge nr. S.2140 "Disposizioni in materia di sicurezza e di circolazione stradale dei monopattini a propulsione prevalentemente elettrica". Tra le novità proposte l'assicurazione obbligatoria, per privati e per le società di sharing con “l’obbligo per il titolare del monopattino elettrico di stipulare una polizza di assicurazione per responsabilità civile, a tutela del conducente e dei terzi in caso di incidenti con persone, animali o cose”. I monopattini in sharing dovranno essere assicurati, anche se già oggi le imprese hanno quasi tutte una copertura che si differenzia tra decine di clausole e coperture. Le aziende devono infatti “dotare i propri mezzi di un’assicurazione per responsabilità civile in grado di coprire i danni provocati dai conducenti o gli incidenti al conducente, nonché di fornire al conducente stesso, in caso di richiesta qualora ne sia sprovvisto, il casco protettivo e il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità”. Obbligo per il conducente del monopattino elettrico di utilizzare, durante la circolazione stradale, il casco protettivo e il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità. Nuove regole per chi ha tra i 14 e i 18 anni. Obbligo di utilizzare i monopattini su strada ma solo in aree pedonali e ad una velocità non superiore ai 6 km/h o, in alternativa, su piste ciclabili ad una velocità non superiore a 12 km/h. Per loro è inoltre obbligatorio l’utilizzo del casco e di un giubbotto retroriflettente. Per favorire il rispetto dei suddetti limiti di velocità ai giovani di età compresa fra quattordici e diciotto anni, è fatto divieto di utilizzare monopattini elettrici privi di un apposito regolatore di velocità configurabile in funzione dei predetti limiti. La sosta e la fermata dei monopattini “sono disciplinate applicando quanto previsto dall’articolo 158 del citato codice della strada, ove applicabile. La fermata e la sosta selvaggia sui marciapiedi o in altre aree di circolazione stradale o in aree pedonali è, quindi, sempre vietata”. I Comuni saranno perciò obbligati ad “individuare, entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della legge, gli appositi spazi riservati alla sosta dei monopattini elettrici contraddistinti da apposita segnaletica. Ai monopattini elettrici è comunque consentita la sosta negli stalli riservati a ciclomotori e a motoveicoli”. Vedremo quando verrà calendarizzato l'avvio della discussione, consapevoli che si dovrà assolutamente prevedere un testo unificato rispetto a quello presentato dai deputati alla Camera dei Deputati. Nel frattempo, incidenti e - purtroppo - decessi, anche con il monopattino sono in agguato.

>In allegato il testo del ddl S.2140


In discussione in Parlamento  proposte più restrittive per la circolazione dei monopattini. (ASAPS)

 

Martedì, 22 Giugno 2021
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK