Venerdì 17 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Osservatorio ASAPS sugli incidenti plurimortali nei primi 3 mesi 2021
17 schianti con 36 vittime e 57 feriti
Nello stesso periodo del 2020, 23 episodi e 56 decessi

L'incidente nel Barese sulla provinciale Adelfia-Sannicandro del 31 marzo in cui hanno perso la vita 2 prsone e 2 sono rimaste ferite

L’Osservatorio ASAPS nei primi 3 mesi del 2021 ha registrato 17 incidenti con più vittime, dato in calo rispetto allo stesso periodo del 2020 quando furono 23 (-26,1%). Nella comparazione dei dati bisogna tenere in considerazione il fatto che nei primi due mesi dell’anno scorso non erano in vigore le limitazioni alla circolazione dovute all’epidemia da Coronavirus. Le vittime sono state complessivamente 36, nel 2020 furono 56 (-35,7%). Se vittime e sinistri segnano una contrazione, aumentano notevolmente le persone ferite negli stessi 17 incidenti plurimortali, 57 (+96,5%) rispetto al 2020. Sette incidenti sono avvenuti lungo le autostrade, 9 su statali e provinciali e 1 nei centri abitati. 15 gli incidenti con 2 vittime e 2 quelli con 3 vittime. Due incidenti plurimortali sono stati causati da pirati della strada. In nessun sinistro il conducente è risultato positivo all’alcol. In 11 episodi sono state coinvolte autovetture, in 2 degli autocarri, in nessuno un pullman, in 4 delle moto e in 1 con due pedoni investiti. Le regioni con il maggior numero di plurimortali nei primi 3 mesi del 2021 sono la Campania, il Piemonte e la Puglia con 3 episodi, Lazio e Sicilia con 2 sinistri, l’Emilia-Romagna, la Sardegna, Marche e il Veneto con 1 episodio.


 I dati degli incidenti plurimortali nel primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020, quando però nei primi due mesi del trimestre la circolazione era ancora completamente libera. (ASAPS)

 

 

Giovedì, 15 Aprile 2021
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK