Venerdì 03 Dicembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Incidente a Castel San Pietro sugli Stradelli Guelfi: muoiono due quarantenni

La loro Opel Meriva centrata da un suv Porsche che rientrava da un sorpasso
Vigili del fuoco al lavoro sul luogo dell'incidente

Castel San Pietro, 6 aprile 2021 - Tragedia nella serata di oggi, per un incidente sugli Stradelli Guelfi, praticamente al confine fra il comune di Castel San Pietro e quello di Ozzano. Due vite spezzate al calar del sole, poco prima delle 20: due uomini entrambi di 43 anni, morti a bordo della loro auto. 
Secondo le prime ricostruzioni, per cause ancora in fase d’accertamento , due mezzi – una Opel Meriva e un suv Porsche – si sarebbero scontrati lungo via Stradelli Guelfi in località San Govanni dei Boschi, sotto il comune termale. 

L’impatto poco prima dell’omonima via che collega Osteria Grande alla strada provinciale. Stando a quanto ricostruito dai carabinieri castellani (e supportato dalle dichiarazioni dei testimoni), la Porsche, che viaggiava da Castello in direzione di Bologna, mentre rientrava nella propria corsia dopo un sorpasso, avrebbe urtato una Fiat Punto che percorreva gli Stradelli nella stessa direzione. A quel punto, il grosso suv, rigirandosi, avrebbe impattato violentemente contro la Opel che sopraggiungeva dalla parte opposta, scagliandola a diversi metri di distanza, oltre il fosso a lato della strada. 
Impatto violentissimo, tale da rendere i due mezzi praticamente irriconoscibili.

Sul posto, oltre agli uomini dell’Arma, anche i vigili del fuoco. I caschi rossi, muniti di cesoie pneumatiche, non hanno potuto fare altro che estrarre dalle lamiere della Opel i corpi ormai senza vita dei due quarantenni. Rapido anche l’intervento dei sanitari del 118, arrivati sul luogo dell’incidente con due ambulanze, l’automedica e il supporto dell’elisoccorso. 

Inevitabili i disagi al traffico su una strada solitamente piuttosto frequentata dai lavoratori che fanno la spola fra Bologna e Imola, e a rapida percorrenza. In supporto ai carabinieri di castello altri colleghi dell’Arma dalla compagnia di Imola hanno permesso ai militari di ultimare i rilievi, sgomberare la carreggiata e far nuovamente defluire il traffico creatosi nonostante la zona rossa.
Ferite lievi per il conducente della Fiat Punto rimasta coinvolta nell’incidente, un 57enne trasportato in ambulanza all’ospedale di Imola. 
Codice di media gravità invece per il conducente della Porsche: l’uomo, quarantadue anni, di Castenaso, dopo essere stato stabilizzato è stato trasportato all’ospedale Maggiore di Bologna. Al momento è indagato – come da prassi – per omicidio stradale.

da ilrestodelcarlino.it

 

>Osservatorio ASAPS sugli incidenti plurimortali nel 2020
91 sinistri gravissimi, nei quali si sono contate 205 vittime (78 incidenti con 2 morti, 7 con 3 morti, 4 con quattro morti e 2 con oltre 4 vittime)

68 degli schianti plurimortali (75%) sono avvenuti nelle strade statali e provinciali le più pericolose!
14 in autostrada (15%) e 9 sulle strade urbane 10%
Nel 2019 139 episodi e 306 vittime


Un altro schianto terribile nel bolognese. Velocità e sorpasso fra le cause che emergono.  (ASAPS)

Mercoledì, 07 Aprile 2021
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK