Martedì 07 Dicembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Posta 15/01/2021

A proposito di revisioni
Lo Stato scarica su noi cittadini le sue inefficienze sempre più evidenti

La presente per avere un parere circa una vicenda che mi indigna  fortemente.

Lo Stato ci dà degli obblighi che dobbiamo rispettare tassativamente pena pesanti multe (vedi revisione periodica auto).
Lo stato avrebbe secondo me l'obbligo di permetterci di fare la revisione presso la sua MCTC.
Lo stesso Stato ha anche l'obbligo di curare le persone tramite le sue aziende sanitarie  e quando non ci  riesce, il cittadino può rivolgersi ai privati e chiedere il rimborso delle spese dovute sostenere per le inadempienze dello Stato.

A questo punto per analogia mi verrebbe da pensare che se, sempre quello Stato che sa solo  dettare  legge, non riesce a farti la revisione per carenze a lui addebitabili, io cittadino dovrei poter andare dal privato allo stesso prezzo o poter chiedere il rimborso della differenza.

A me pare che ciò non faccia una piega!
Ma in effetti non è così.

Infatti a Frosinone la MCTC non effettua revisioni periodiche ai ciclomotori da anni costringendo i cittadini a spendere di più recandosi dai privati.
Ma adesso, da diversi mesi, con la scusa del COVID non fa più le revisioni nemmeno alle autovetture.
Quest'anno quindi  per una moto e due auto ho dovuto spendere 60 euro in più per un obbligo imposto da chi non riesce a svolgere il proprio dovere.

Mi verrebbe da pensare che facciano bene i soliti furbetti che circolano da anni senza revisione, ma spero che codesta associazione riesca ad individuare anche una soluzione degna di un paese civile.

In attesa di un gentile riscontro, porgo cordiali saluti.

Stefano Stirpe   ex Polstrada Frosinone   

PS: riguardo le mancate revisioni ai motocicli ho inoltrato esposto al MIT il quale a sua volta ha sollecitato una soluzione alla MCTC di FR  informando anche il responsabile dell'anticorruzione del MIT. Risultato? Grazie covid.

***

Gentile Stefano
non possiamo che condividere le sue osservazioni e troviamo molto giuste le sue lamentele. Per quello che può contare non mancheremo di rappresentare questa vessatoria situazione al ministero competente.
Cordiali saluti.
 
La redazione ASAPS

Venerdì, 15 Gennaio 2021
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK