Mercoledì 22 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 29/12/2020

Cosa cambierà per l’autotrasporto con la Brexit
da trasportoeuropa.it

Il 24 dicembre la Commissione Europea e il Governo britannico hanno firmato un accordo di principio che eviterà le conseguenze peggiori di una Brexit senza alcuna intesa. Ma ciò non significa che dal 1° gennaio 2021 le cose resteranno come prima, perché la Gran Bretagna sarà a tutti gli effetti un Paese extra-comunitario. Ci saranno importanti cambiamenti per gli autotrasportatori. In una nota, la Commissione Europea spiega quali saranno i principali cambiamenti.

Dal 1° gennaio, le imprese di autotrasporto britanniche non avranno più una licenza di trasporto comunitaria, quindi in teoria non potranno operare nell’Unione. Però l’accordo prevede che i veicoli industriali britannici potranno svolgere trasporti internazionali punto-a-punto con l’Unione Europea senza alcuna quota, e viceversa. Ciò evita agli autotrasportatori delle due parti di richiedere autorizzazioni Cemt. Una volta attraversato il confine, i camion britannici o comunitari potranno svolgere fino a due operazioni di trasporto nel territorio dell’altra parte.

In concreto, ciò significa che un camion comunitario potrà svolgere un trasporto internazionale verso la Gran Bretagna e lì svolgere due operazioni cabotaggio prima di rientrare. I trasportatori britannici britannici che entreranno nel territorio comunitario con un trasporto internazionale potranno svolgere due trasporti tra altrettanti Stati membri, oppure un trasporto transfrontaliero e uno di cabotaggio (ossia solo nazionale nel territorio di un Paese membro). Disposizioni speciali sono previste nel caso dell'Irlanda, poiché i trasportatori dell'Irlanda del Nord potranno effettuare due trasporti di cabotaggio nell’Eire.

L'accordo prevede anche norme comuni sulle condizioni di lavoro dei conducenti, il loro livello di qualificazione, i requisiti tecnici per i veicoli e le condizioni minime per l'ottenimento della licenza da parte degli operatori. Inoltre, le disposizioni in materia di concorrenza leale e sociale che si applicano all'intero accordo si applicheranno anche al settore dell'autotrasporto di merci.

Un capitolo dell’accordo è dedicato al transito dei veicoli industriali, che resta libero per raggiungere altri Paesi. Per esempio, gli autotrasportatori comunitari potranno attraversare la Gran Bretagna per raggiungere l’Irlanda e, viceversa, quelli britannici potranno attraversare qualsiasi Paese comunitario per raggiungere altre parti del Regno Unito (per esempio, l'Irlanda del Nord) o Paesi terzi. Inoltre, gli autotrasportatori con sede in Irlanda e in Irlanda del Nord potranno effettuare due operazioni di cabotaggio sul territorio dell'altro.

da trasportoeuropa.it

 

 

 

Martedì, 29 Dicembre 2020
stampa
Tag: Brexit.
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK