Martedì 26 Gennaio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Comunicati stampa 22/12/2020

ASAPS: ULTERIORI POTERI AGLI ACCERTATORI DELLA SOSTA PER IL CONTENIMENTO DEL COVID-19 A BORDO DEI MEZZI DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

L'Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale di Forlì, dopo l'esame del lungo provvedimento della legge di bilancio in corso di approvazione alla Camera, evidenzia una importante novità che riguarda i poteri degli accertatori della sosta, modificati a settembre con il decreto semplificazione e ora individuati tra coloro che potranno verificare il rispetto delle norme sul contenimento del virus Covid-19 a bordo dei mezzi del trasporto pubblico locale e anche sanzionarne il mancato rispetto come le forze dell'ordine. Tale possibilità potrà essere riconosciuta anche a dipendenti comunali o a dipendenti delle aziende municipalizzate o delle imprese addette alla raccolta dei rifiuti urbana. Una novità che lascia tale possibilità ai sindaci e che trasforma una volta di più questi operatori che inizialmente dovevano verificare solo la sosta sugli stalli a pagamento. "La presenza a bordo dei veicoli e alle fermate del TPL potrà certamente aiutare il rientro anche sui mezzi pubblici che saranno potenziati - afferma Giordano Biserni - ma crediamo che lo stravolgimento dei poteri di tali figure, possa creare una certa confusione. Siamo molto sorpresi anche per gli aumenti per le revisioni dei veicoli che scatteranno con il 2021, del 22% da un anno all'altro e il "buono veicoli sicuri" sarà a disposizione solo per 402.000 utenti, a fronte di oltre 17 milioni di revisioni effettuate in un anno solare, dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
 


Le sorprese che si susseguono. La posizione dell’ASAPS

 

Martedì, 22 Dicembre 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK