Martedì 24 Novembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 18/11/2020

Addio a Vincenzo Spadarella, è il secondo poliziotto campano morto di Covid in poche ore

Il poliziotto Vincenzo Spadarella, 54 anni, morto di Covid all’ospedale di Maddaloni. Si tratta del secondo poliziotto deceduto in poche ore dopo Manuela Scodes, in servizio alla Questura di Napoli. Danilo Velotto, sposato con tre figli, è invece il primo deceduto Covid nelle Fiamme Gialle nel Casertano; lavorava al Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria del Comando provinciale di Caserta.

La Polizia di Stato di nuovo a lutto in Campania: è morto il poliziotto Vincenzo Spadarella, 54 anni. Aveva contratto il Covid. Spadarella lavorava nell'ufficio tecnico logistico interregionale Vega della Polizia di Stato che ha sede ad Aversa; sposato con due figli, Spadarella è deceduto al Covid Hospital di Maddaloni. "Oggi non ho perso un collega ma ho perso un fratello", ha commentato un ex collega di Spadarella.

La Polizia di Stato ha affidato un ricordo alla pagina istituzionale e al sito web.

Vincenzo aveva 54 anni e ancora tanta voglia di vivere e da dedicare alla sua famiglia. Da poco era diventato nonno di un nipotino che porta il suo stesso nome.
Un altro poliziotto vittima del Covid19. Il virus lo ha portato via dai suoi affetti in pochi giorni. Il vice sovrintendente tecnico Vincenzo Spadarella prestava servizio presso il Centro raccolta interregionale Veca di Aversa, Caserta. Per tanti anni aveva lavorato "in strada", al servizio dei cittadini, prima a Napoli e poi a Caserta.
Nel 2015 il passaggio al nuovo ufficio e, a febbraio di quest’anno, la promozione a vice sovrintendente. I funerali sono stati celebrati questo pomeriggio, nel rispetto delle prescrizioni imposte dall'emergenza coronavirus, presso la cappella del cimitero comunale di Aversa (Caserta).
La Polizia di Stato si unisce al dolore della moglie Carmela, dei figli Antonio e Marika e di quanti, amici e colleghi, lo hanno perduto.


Poche ore prima era deceduta causa Coronavirus un'altra agente: Manuela Scodes, in servizio alla Questura di Napoli. La donna, 42 anni, lascia un marito e tre figli. Scodes aveva contratto il coronavirus nei giorni scorsi. La Questura partenopea l'ha salutata sui social con la sua foto e un "Ciao Manuela" appena appresa la triste notizia.  Nel Casertano qualche mese fa era deceduta  52enne Maria Sparagana, assistente capo coordinatore della centrale operativa della Questura di Caserta, "voce del 113", morta a marzo durante la prima fase della pandemia.

Brutte notizie anche per la Guardia di Finanza: il 54enne Danilo Velotto, sposato con tre figli, è invece il primo deceduto Covid nelle Fiamme Gialle nel Casertano; lavorava al Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria del Comando provinciale di Caserta. Velotto è morto all'ospedale del capoluogo a causa di un peggioramento che aveva portato i medici ad intubarlo. Nel Casertano i focolai di Covid sono numerosi ed è altissimo il numero dei contagi.  Di conseguenza, quindi, si contano numerosi poliziotti e finanzieri positivi, così come nell'Arma dei Carabinieri. Ad Aversa ha ripreso intanto a funzionare, anche se a scartamento ridotto, il locale Commissariato della Polizia di Stato, che nelle scorse settimane e' stato chiuso per qualche giorno a causa dell'alto numero di contagi, con 15 poliziotti su 60 che hanno contratto il Coronavirus; una decina di agenti, compreso il dirigente responsabile Vincenzo Gallozzi, sono ancora in via di guarigione.

da fanpage.it




Un elenco di vittime del covid 19 sempre più lungo anche fra le forze di polizia. Condoglianze alle famiglie. (ASAPS)

Mercoledì, 18 Novembre 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK