Giovedì 24 Settembre 2020
area riservata
ASAPS.it su

UK: ergastolo per chi usa il telefonino alla guida e uccide qualcuno

La proposta è arrivata dal segretario alla Giustizia britannico. Le nuove pene a partire dal prossimo anno
Nella foto: Violet-Grace Youens (Mirror)

Una proposta destinata a far discutere ma che mira a combattere il fenomeno dei pirati della strada. Potrebbe addirittura arrivare all'ergastolo la condanna per chi uccide qualcuno mentre è alla guida. In particolare se si macchia del crimine mentre sta usando il cellulare mentre è alla guida o è sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o alcol. Si tratta di un inasprimento dei tempi di reclusione proposti dal segretario della Giustizia inglese che si annuncia come una vera svolta. L'iter della legge è cominciato a dicembre 2017 ma rispetto ad allora sono cambiate diverse cose. In particolare è andata via via definendosi una stretta che potrebbe essere epocale. Nel mirino anche coloro che guidano a velocità troppo alte. In base alla gravità del comportamento verrà irrogata la pena ma in generale ci sarà un livellamento verso l'alto. La legge prenderà il nome di Violet-Grace una delle più tristemente famose vittime della strada.

La storia di Violet-Grace Younes

La piccola Violet-Grace Younes aveva quattro anni quando venne investita e lasciata morente sulla strada. Venne colpita alla velocità di 83 miglia orario da un ladro che stava scappando con una Ford Fiesta appena rubata. Il pirata della strada coinvolse nell'incidente anche la nonna della piccola, Angela French di 58 anni, causandole delle gravi lesioni. Il ladro, il 23enne Aidan McAteer, aveva passato due semafori rossi prima di investire le due persone. Passo addosso al corpo della piccola pur di fuggire dal luogo del furto a St Helens, nel Merseyside. Dopo aver confessato, è stato condannato a nove anni e quattro mesi con l'accusa di lesioni gravi. Una condanna che la famiglia della piccola Violet-Grace ha ritenuto insufficiente, accogliendo con favore la proposta del governo. Il padre della piccola ha definito questa legge l'eredità della figlia.

Le parole dei genitori

“Il sistema dovrebbe essere dalla parte delle vittime, non dei criminali, ora si spera che questa nuova legge aiuterà le famiglie a sentirsi come se avessero giustizia. Non farà differenza per noi, ma Violet ha salvato due vite attraverso la donazione di organi e ora forse ne verranno salvate innumerevoli altre se l'ergastolo funge da deterrente per chiunque pensi di mettersi al volante e guidare in modo spericolato o sotto l'influenza di alcolici. Violet ha fatto di più nei suoi quattro anni e cinque mesi di quanto la maggior parte delle persone ottenga in una vita, questa sarà la sua eredità” ha commentato l'uomo. La madre Rebecca invece ha dichiarato: “Le nostre vite sono state rovinate, alcune mattine fatichiamo ad alzarci dal letto e non saremo mai più gli stessi. Violet era la nostra primogenita, era il nostro mondo. Ci è stato detto di non aspettarci che McAteer ottenga un aumento della pena e potrebbe essere fuori dopo aver scontato metà dei suoi nove anni l'anno prossimo. È offensivo per Violet pensare che quattro anni siano valsi tutto il valore della sua vita. Siamo solo contenti che questi cambiamenti stiano finalmente arrivando perché non vogliamo che nessun'altra famiglia senta questo dolore, crepacuore e ingiustizia”. L'annuncio del segretario Robert Buckland è destinato a cambiare completamente la percezione dei reati stradali. L'introduzione dell'inasprimento delle pene potrebbe partire dal prossimo anno.

da today.it


GLI INGLESI NON TERGIVERSANO
Ergastolo per chi usa il telefonino alla guida e uccide qualcuno
Una proposta destinata a far discutere ma che mira a combattere il fenomeno dei pirati della strada. Potrebbe addirittura arrivare all'ergastolo la condanna per chi uccide qualcuno mentre è alla guida. In particolare se si macchia del crimine mentre sta usando il cellulare mentre è alla guida o è sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o alcol.

"La legge prenderà il nome di Violet-Grace una delle più tristemente famose vittime della strada."

Mercoledì, 16 Settembre 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK