Mercoledì 23 Settembre 2020
area riservata
ASAPS.it su

E' un ragazzino minorenne il giovane morto nell'auto accartocciata tamponata dal Tir

Oltre al giovane deceduto, si contano ben 7 feriti, di cui uno in prognosi riservata, un uomo di 49 anni della provincia di Alessandria e con ogni probabilità padre dello stesso ragazzino

E' un ragazzino minorenne di 13 anni, Luca Bassi, la vittima del tragico incidente che si è verificato lunedì mattina nell'autostrada A14, a un chilometro dall'uscita di Forlì. Oltre al giovane deceduto, si contano ben 7 feriti, di cui uno in prognosi riservata, un uomo di 49 anni della provincia di Alessandria e con ogni probabilità padre dello stesso ragazzino. Quello che si è verificato è stato un tamponamento a catena lungo il tratto forlivese della carreggiata nord dell'Autostrada A14, in direzione Bologna.

Un autotreno carico di legname ha centrato in prima corsia tre auto ferme per rallentamenti, ognuna delle quali ha tamponato quella che precedeva. Il dramma si è consumato intorno alle 11 all'altezza del chilometro 83 direzione nord. In quel momento la circolazione procedeva a singhiozzo per il traffico particolarmente intenso, anche per riflesso di un altro incidente avvenuto una quindicina di chilometri prima, nella zona di Faenza.

Per cause in fase d'accertamento agli agenti della Polizia Autostradale di Forlì, a quanto pare una distrazione, il camion con rimorchio, guidato da un 52enne della provincia di Mantova e appartenente ad una dittà di della provincia di Pisa, ha colpito violentemente la "Volkswagen T-Roc" che la precedeva, che aveva a bordo la famiglia piemontese: il 49enne, una donna e appunto il ragazzo seduto sul sedile posteriore, la parte di veicolo spazzata via dall'impatto da dietro. Il camionista è stato immediatamente sottoposto al test per alcol e droghe, risultando negativo. Per ore l'uomo si è trovato in stato di choc.

Il mezzo pesante si è intraversato, occupando due corsie, mentre l'auto è stata spinta contro un'altra vettura, una Honda Jazz con 5 persone a bordo di Chiari (Brescia), la quale a sua volta si è schiantata contro una "Fiat 500 L" con il solo conducente a bordo. Nella collisione la "T-Roc" si è ridotta ad un ammasso di rottami, irriconoscibile. In totale si contano 7 feriti e 2 illeso che si trovava sulla "500". Tra i feriti anche due ultrasettantenni. Quattro sono stati portati al Bufalini di Cesena e tre al Morgagni-Pierantoni di Forlì. Ferite, non gravi, anche per una mamma con due bambini.

>Le immagini dell'incidente

>L'intervento dei soccorsi

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con quattro ambulanze, l'auto col medico a bordo e l'elimedica, poi rientrata operativa. Ad affiancare il personale di "Romagna Soccorso" vi erano anche i Vigili del Fuoco. Per consentire le operazioni di soccorso e rimozione dei veicoli incidentati si è formato un lungo serpentone di auto, che procedeva nella corsia di sorpasso. L'autostrada è restata transitabile solo nella terza corsia fino alle 13,30, con riapertura totale intorno alle 14,30. Le code hanno raggiunto i nove chilometri. In alternativa è stato consigliato ai viaggiatori di uscire a Cesena nord con rientro a Forlì dopo aver percorso la via Emilia. Code per curiosi anche nella corsia opposta.

La mattinata è stata caratterizzata da un altro incidente, questa volta nel territorio ravennate di Solarolo, con diversi feriti non gravi. Anche in questo caso si sono formate lunghe code in entrambe le carreggiate, con disagi in direzione nord, dove l'incolonnamento ha superato gli otto chilometri.

da forlitoday.it


Tragedia sulla A14 nei pressi del casello di Forlì. Il bambino è la 27esima piccola vittima della strada nel 2020 e la 18esima  nei soli mesi estivi da giugno. Ovviamente nessuno ne ha parlato! Solo l’ASAPS

Martedì, 08 Settembre 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK