Mercoledì 27 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 29/06/2004

Cervia - POLIZIOTTI E ARTISTI IN CAMPO PER STEFANO.

Cervia - POLIZIOTTI E ARTISTI IN CAMPO PER STEFANO.

Il 3 luglio a Cervia il 1° "Memorial Stefano Biondi" di calcio per Telethon. Un’iniziativa per ricordare l’agente impegnato nella sfida alle malattie genetiche, deceduto il 20 aprile scorso
"Un punto di riferimento. Un esempio di impegno e generosità". Per tutti gli amici e i colleghi, Stefano Biondi era così.

L’agente scelto della Polizia di Stato, vent’otto anni di Montaletto (Cervia), ha perso la vita il 20 aprile scorso a Modena investito da alcuni criminali nel corso di un’azione di Polizia che ha portato all’arresto di due trafficanti di droga. Dal 1996 Biondi si era avvicinato a Telethon grazie alla UILDM; un impegno onorato anche dopo la morte grazie all’invito dei familiari di fare un’offerta in favore di Telethon, in occasione del funerale.

Per ricordare il suo sacrificio, il prossimo 3 luglio alle ore 20.30 si disputerà sul campo dello Stadio dei Pini "Germano Todoli" di Cervia la prima edizione del "Memorial Stefano Biondi".

Stefano amava il calcio e la solidarietà e per ricordarlo i suoi colleghi hanno deciso di dare vita ad una partita di calcio che vedrà affrontarsi Agenti di Polizia e Nazionale Italiana Artisti della Televisione e Stelle dello Sport.

L’intero incasso dell’evento, organizzato dal S.I.U.L.P. (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia) di Ravenna, in collaborazione con il Comune di Ravenna e Cervia e con il Patrocinio della Provincia di Ravenna, sarà devoluto a Telethon, la Fondazione che dal 1990 finanzia la ricerca scientifica sulle malattie genetiche e che tra i suoi numerosi volontari poteva contare da otto anni sull’entusiasmo e le grandi capacità organizzative di Stefano Biondi.

Il biglietto d’ingresso allo stadio, che conta circa 2500 posti (di cui 800 a sedere), costerà 5 euro. Al "Memorial Stefano Biondi" hanno assicurato la loro presenza anche i calciatori professionisti Stefano Torrisi e Daniele Adani. Ma potrebbe esserci anche la giovane stella Alberto Gilardino.

"Ci è sembrato il modo più facile e diretto - ha spiegato Linda Albieri, dell’Ufficio Personale e concorsi del S.I.U.L.P. - per ricordare un amico sensibile e generoso, una persona di cui sentiamo tutti la mancanza. Ci ha fatto enormemente piacere vedere la collaborazione e la solidarietà di tutti. Oltre venti persone hanno lavorato duramente per il successo di questo evento che, speriamo, possa diventare un appuntamento fisso per i prossimi anni".

Anche l’ASAPS ha garantito la sua partecipazione e il suo patrocinio.
Martedì, 29 Giugno 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK