Martedì 01 Dicembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/07/2020

Magenta
Alla guida del Tir per 24 ore. Fermato sulla 336: multa da 1.800 euro. Via 30 punti

MAGENTA – La doppia carta tachigrafica gli consentiva di guidare senza le pause imposte dalla legge per la sicurezza di tutti. Autotrasportatore bloccato sulla 336 dalla polizia stradale: multa da 1.800 euro. L’autista ha guidato per 24 ore consecutive. Un Tir proveniente dalla Repubblica Ceca, che si stava spostando da Trecate verso Vienna, è stato sottoposto ad un controllo da parte della pattuglia della Polstrada di Magenta.

Via camion e patente

Gli agenti hanno accertato tramite, le registrazioni del cronotachigrafo, che il conducente stava circolando da 24 ore, fermandosi solo nei depositi per caricare o scaricare, per tale attività di guida senza sosta, utilizzava una doppia carta tachigrafica.  Le sanzioni elevate a seguito dell’attività di controllo sono di circa 1.800 euro, con ritiro della patente di guida e relativa decurtazione di 30 punti, oltre al ritiro dei documenti di circolazione del veicolo trasportato in un deposito giudiziario poiché sottoposto a fermo amministrativo.

Fenomeno diffuso e pericoloso

E’ purtroppo ancora molto diffuso il fenomeno dell’alterazioni dei dati registrati nei cronotachigrafi, con gravi ripercussioni sulla sicurezza della circolazione stradale. Com’è noto i mezzi pesanti, registrano nel cronotachigrafo le attività di lavoro e riposo dei conducenti impegnati nell’autotrasporto di persone o di cose. L’alterazione dei dati registrati dal cronotachigrafo, consente agli autisti di poter circolare per un numero di ore superiore a quello consentito riducendo, lo spazio temporale dedicato al riposo, per poter guidare in sicurezza. Come in questo caso in cui il conducente ha guidato per 24 ore consecutive rispetto alle 15 imposte dal regolamento europeo.

da malpensa24.it


Casi purtroppo frequenti. (ASAPS)
 

Giovedì, 30 Luglio 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK