Martedì 07 Luglio 2020
area riservata
ASAPS.it su
2019 Anno , Report ,... 26/06/2020

Osservatorio il Centauro – ASAPS sui contromano anno 2019
51 episodi su strade e autostrade che hanno causato 10 morti e 124 feriti        
Sono stati  36 gli episodi su autostrade e superstrade 70,6% 
Protagonisti dei contromano 17,6% ubriachi,  15,7% stranieri, 23,5% anziani (ma al 40% per i mortali).

(ASAPS) Nel 2019 l’Osservatorio ASAPS ha registrato 51 episodi su strade e autostrade che hanno causato 10 morti e 124 feriti. L’Osservatorio archivia esclusivamente i contromano dai quali emergano danni fisici alle persone. Di questi contromano 36 (70,6%) si sono verificati in autostrade e strade a carreggiate separate, sulla rete ordinaria gli episodi sono stati 15 (29,4%). Gli episodi mortali sono stati complessivamente 10 (19,6%) nei quali 10 persone hanno perso la vita.
I feriti per i contromano del 2019 sono stati 124.     
Dei 51 episodi registrati 38 si sono verificati di giorno (74,5%) e 13 di notte (25,5%).   
E’ stata accertata l’ebbrezza da alcol o l’uso di stupefacenti in 9 conducenti coinvolti pari al 17,6%, percentuale che sale al 30% negli episodi solo mortali. 1 conducente sotto l’effetto di droga, 11,1%  del totale degli ebbri.   
Cinque i contromano conseguenza di operazioni di P.G. (conducenti inseguiti dalle forze di polizia),  pari al  9,8%.   
Le donne che hanno guidato contromano sulle strade italiane sono state 5 (9,8%). Gli anziani sono coinvolti nel 23,5% degli episodi, 12 in tutto. Però se si focalizza l’attenzione sui soli episodi mortali la percentuale schizza al 40%.    
Gli stranieri nel 2019 guidavano il veicolo contromano in 8 casi, 15,7%.  In questo caso la percentuale sui soli mortali è al 10%.   
Altro dato significante rilevato dall’Osservatorio “Contromano” ASAPS riguarda la percentuale dei contromano (qui non registrati) nei quali l’impatto e le successive gravi conseguenze sono stati evitati dall’intervento delle forze di Polizia intervenute, a volte anche con manovre che hanno messo a rischio la vita degli operatori stessi.   
Le Regioni che si segnalano per il maggior numero di contromano vedono nettamente in testa nel 2019 Lazio e Lombardia con 7 episodi, seguono Sicilia e Toscana con 6, Veneto e Abruzzo con 4,  Liguria, Campania e Friuli V.G. 3, Emilia Romagna e Piemonte 2, Puglia, Trentino A.A., Basilicata e Umbria 1. L’ASAPS insiste è arrivato il momento di intervenire con ulteriori innovativi  sistemi di allarme acustico, visivo o tattile per evitare al massimo questi drammatici e spesso fatali impatti oltre alla preziosa informazione fornita da Isoradio.   
 
Forlì, lì 26 giugno 2020

Giordano Biserni
Presidente ASAPS

 


 

Venerdì, 26 Giugno 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK