Sabato 31 Ottobre 2020
area riservata
ASAPS.it su

Osservatorio ASAPS “Stragi del sabato sera”
Nel primo fine settimana di giugno 7 gli incidenti registrati con 4 morti e 10 feriti

 

 

 

Archiviato il periodo lockdown con zero nella casella vittime, tornano alcuni gravi incidenti purtroppo mortali o con feriti

Nel primo fine settimana di giugno l’Osservatorio ASAPS sulle “Stragi del sabato sera” dove vengono registrati gli incidenti gravi che coinvolgono conducenti giovani nelle due notti del venerdì sul sabato e del sabato sulla domenica (5-7 giugno) ha registrato 7 incidenti gravi dove si sono contate 4 vittime e 10 feriti. Due vittime avevano meno di 20 anni, una meno di 25 e una più di 40.

Quattro incidenti sono avvenuti al nord, due al centro e uno al sud. Cinque incidenti hanno visto coinvolte auto, uno  ha coinvolto moto e 1 un velocipede. Tutti i sette incidenti sono avvenuto nei centri urbani.

Rileva che per ben 5 dei 7  incidenti  non ci sono stati altri veicoli coinvolti, ma si è trattato di fuoriuscite per sbandamento.

In nessun incidente il conducente si è dato alla fuga. Due conducente sono risultati  in stato di ebbrezza immediatamente dopo il sinistro (ma alcuni accertamenti vengono approfonditi in seguito) e in altri due il conducente è risultato positivo agli stupefacenti.
Si deve evidenziare che nella serata di sabato di questo primo fine settimana di giugno si è verificato un incidente nel quale sono morte 4 persone di cui una bambina di 9 anni.

In questo osservatorio si raccolgono i dati degli incidenti  con  vittime e feriti con il coinvolgimento di almeno un conducente sotto i 40 anni d’età. (ASAPS)

 

>Frontale tra due auto nel Bolognese: 4 morti e 2 feriti
Una bimba tra le vittime

L'incidente verso le 21 nelle vicinanze di Amola: i tre fuggivano dopo aver creato problemi in un bar Il sindaco: "Quella strada va messa in sicurezza"

 

 

 

 


 

Martedì, 09 Giugno 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK