Martedì 26 Gennaio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Salvataggi , Notizie brevi 05/05/2020

Clochard vuole gettarsi nel fiume, agenti eroi lo salvano e gli ritrovano la famiglia

Sull’orlo della disperazione per la solitudine e la difficoltà a racimolare qualche spicciolo per mangiare, un senzatetto di 46 anni cerca di gettarsi nel fiume Lambro. Ma, a pochi passi da lui, spuntano due “angeli in divisa”. Gli eroi del giorno sono due agenti della Polizia Stradale di San Donato che, pochi istanti prima che l’uomo si gettasse da una sponda del fiume, sono riusciti ad afferrarlo per il giubbotto, salvandogli la vita. E non è l’unico dono che gli hanno fatto. Una volta messo al sicuro e portato in ospedale, i due agenti sono riusciti a rintracciare il fratello dell’uomo, facendogli così ritrovare la sua famiglia. Piccoli miracoli, in tempo di lockdown. È successo sabato sera sulla via Emilia, al confine tra San Donato e San Giuliano. La pattuglia V325 era in servizio sul territorio quando, intorno alle 20.30, ha notato il 46enne G.D., un clochard che già conoscevano, da tempo l’uomo si arrangia nella zona della Lidl di San Donato, a ridosso della Paullese. Bazzicava il piazzale del supermercato, dove prima della crisi riusciva a mettere insieme qualche pasto grazie alla generosità dei clienti. Ieri sera, però, quando lo hanno incontrato i due agenti hanno subito capito che qualcosa non andava. L’uomo era disperato, in stato confusionale, barcollava. E così lo hanno avvicinato, chiedendogli come stava. "Non è niente, ho solo male a un dente", ha risposto per togliersi di torno i poliziotti. E poi si è incamminato sulla via Emilia, in direzione di Melegnano. Gli agenti non gli hanno creduto e così lo hanno seguito. Arrivato sull’argine del fiume, all’improvviso il 46enne ha scavalcato il parapetto, con l’intenzione di lanciarsi nel vuoto.
"Non ce la faccio più: voglio uccidermi, è l’unica soluzione", è stato il suo urlo disperato. È stato a quel punto, che gli agenti lo hanno afferrato per un lembo della giacca, proteggendolo con le loro “ali”. Poi hanno chiamato il 118 e in pochi minuti l’uomo è stato ricoverato all’ospedale Predabissi. Ma la generosità dei due eroi non è finita lì. Gli agenti sono riusciti a rintracciare il fratello dell’uomo, che si è subito precipitato in corsia per ritrovarlo.

Patrizia Tossi
da ilgiorno.it


Sull’orlo della disperazione per la solitudine e la difficoltà a racimolare qualche spicciolo per mangiare, un senzatetto di 46 anni cerca di gettarsi nel fiume Lambro. Ma, a pochi passi da lui, spuntano due “angeli in divisa”. Gli eroi del giorno sono due agenti della Polizia Stradale di San Donato che, pochi istanti prima che l’uomo si gettasse da una sponda del fiume, sono riusciti ad afferrarlo per il giubbotto, salvandogli la vita. (ASAPS)

Martedì, 05 Maggio 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK