Domenica 24 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 08/04/2020

Fondi, forzano un posto di blocco: spari e caccia ai fuggitivi nella zona rossa

Tensione sul litorale di Fondi (Latina), a Sant'Anastasia, ad un posto di blocco presidiato dagli agenti del locale commissariato come disposto dalla Regione Lazio lo scorso 18 marzo nell'ambito delle misure anticontagio da Coronavirus. Un pick up con a bordo due stranieri, attorno alle 6:30, era in fila, in attesa dei controlli, ma ha fatto inversione e si è allontanato.

La scena non è passata inosservata ad un poliziotto che ha cercato di fermare l'auto sospetta rischiando di essere investito. L'agente, nel tentativo di bloccare i fuggitivi, ha quindi esploso due colpi di pistola mirando le gomme della vettura.

Poco dopo i due hanno abbandonato l'auto, all'interno del quale è stata ritrovata un'ingente quantità di rame rubato, e hanno proseguito la fuga a piedi.

Tutte le forze dell'ordine, carabinieri, finanza e polizia, stanno in queste ore cercando i fuggitivi che non dovrebbero essere armati. Per le ricerche la squadra interforze sta utilizzando anche un elicottero che sta monitorando la zona dall'alto.

Da una prima ricostruzione sembra che i due non volessero fuggire dal territorio di Fondi ma evitare il posto di blocco della polizia al quale avrebbero dovuto fornire giustificazioni circa l'auto, poi risultata rubata in Campania, e il rame in essa nascosta.
La polizia scientifica sta già analizzando le tracce rinvenute nella vettura per identificare i malviventi.

Uno degli agenti impiegati al posto di blocco è rimasto leggermente ferito ma le sue condizioni non destano preoccupazione.

In zona è tuttora in corso una accurata perlustrazione a vasto raggio, da parte di tutte le forze di polizia, per il rintraccio dei fuggitivi che si sono dileguati a piedi.

da ilmessaggero.it


Forzano un posto di blocco in fuga dalla zona rossa. Uno degli agenti è rimasto leggermente ferito ma le sue condizioni non destano preoccupazione. (ASAPS)

Mercoledì, 08 Aprile 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK