Sabato 26 Settembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Comunicati stampa 27/02/2020

MONOPATTINI ELETTRICI: CON L'APPROVAZIONE DEL  DECRETO “MILLEPROROGHE” ECCO LE NUOVE REGOLE

Con l’approvazione della legge di conversione del decreto-legge c.d. “milleproroghe”, entrano in vigore le nuove norme in materia di monopattini e dispositivi in materia di micromobilità elettrica che entreranno subito in vigore perciò già dal 1°marzo 2020.
La Legge di Bilancio 2020 aveva già equiparato i monopattini ai velocipedi ma ora vengono introdotte nuove norme di comportamento e nuove sanzioni che prevedono anche la confisca nei casi più gravi.

Viene inoltre ampliato di ulteriori 12 mesi rispetto ai previsti 24 mesi il periodo per la conclusione della sperimentazione per i dispositivi di micromobilità elettrica, introdotti dalla Finanziaria 2019 che riguardano la possibile la circolazione mediante acceleratori di andatura a motore quali segway, hoverboard e monowheel, solo se sono a propulsione prevalentemente elettrica, nell’ambito della suddetta sperimentazione e nel rispetto delle caratteristiche tecniche e costruttive e delle condizioni di circolazione da esso definite.

 

E’ prevista l’equiparazione ai velocipedi dei monopattini prevalentemente elettrici, con potenza nominale continua massima di 0,50 Kw e rispondenti agli altri requisiti e tecnici indicati nel decreto. La conseguenza di questa norma è che tutti i monopattini a motore aventi caratteristiche (per potenza o velocità) diversi da quelli previsti, non potranno circolare, sia sulla strada che sulle piste o sui marciapiedi. Le sanzioni in tal caso sono da euro 200 a euro 800, a cui consegue la sanzione amministrativa della confisca del monopattino, oltre alla distruzione del veicolo.

I monopattini potranno essere utilizzati soltanto da soggetti che hanno compiuto il quattordicesimo anno d’età, circolare solo sulle strade urbane dove è previsto il limite dei 50 km/h dove è consentita la circolazione dei velocipedi nonché sulle strade extraurbane, ove è presente una pista ciclabile, ed esclusivamente all’interno della stessa. Nuovi limiti di velocità, massimo di 25 km/h quando circolano sulla carreggiata, e di 6 km/h nelle aree pedonali. Non potranno circolare monopattini privi di luci anteriori e posteriori nelle ore di scarsa illuminazione di sera e notte e di giorno, in particolari condizioni atmosferiche. In tali casi gli stessi potranno essere portati o condotti a mano. Le sanzioni per questa violazione saranno da euro 100 a euro 400.

I conducenti dei monopattini dovranno indossare il casco se minorenni, procedere su unica fila in tutti i casi in cui la condizione della circolazione lo richieda e, comunque, mai essere affiancati in numero superiore a due. Dovranno avere libero uso delle braccia e delle mani, reggere il manubrio sempre con entrambi le mani, salvo che non sia necessario segnalare la manovra di svolta. Divieto di trasportare altre persone, oggetti o animali. Divieto di trainare veicoli, condurre animali e farsi trainare da altro veicolo. Da mezz’ora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell’oscurità e di giorno, quando le condizioni atmosferiche richiedano l’illuminazione, i conducenti a propulsione prevalentemente elettrica hanno l’obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità. Tutte le violazioni indicate in questo comma prevedono la sanzione amministrativa da euro 50 a euro 200.

Previste sanzioni per gli altri dispositivi di micromobilità a propulsione prevalentemente elettrica, diversi dal monopattino, che circolino con caratteristiche tecniche e costruttive diverse dal decreto ministeriale MIT del giugno 2019, ovvero che circolino fuori dall’ambito territoriale della sperimentazione. La sanzione amministrativa in questi casi sarà da euro 200 a euro 800 con la confisca del dispositivo, ed in ogni caso con la sua distruzione.

Altra importante novità, riguarda l’attivazione di servizi di noleggio di monopattini a propulsione prevalentemente elettrica, anche in modalità free-floating - in pratica gli utenti prendono il monopattino e lo lasciano dove vogliono, non in apposite aree di sosta come il bike-sharing - che dovrà essere decisa con apposita delibera di Giunta Comunale nella quale dovranno essere previsti, oltre al numero di licenze attivabili e al numero massimo di dispositivi messi in circolazione, anche l’obbligo di copertura assicurative per l’effettuazione del servizio stesso, le modalità di sosta per i dispositivi, le eventuali limitazioni alla circolazione in determinate aree della città. Insomma regole chiare per tutti e in modo che siano conosciute anche dagli utilizzatori.

Viene infine stabilita una modifica all'art. 59 del Codice della Strada, per tutti i veicoli atipici a motore per i quali non sono state determinate, con decreto ministeriale, le caratteristiche costruttive e funzionali, scatterà la medesima sanzione prevista per i monopattini a motore non equiparabili alle biciclette. Lo scopo di questa norma è quello di impedire la circolazione di dispositivi di mobilità, spesso autocostruiti, che non rientrano in alcuna delle categorie elencate e disciplinate dal Codice della Strada o dalle norme europee in materia.

“Monopattini e dispositivi di micromobilità elettrica – afferma Giordano Biserni, Presidente ASAPS - devono essere utilizzati con la massima attenzione e i conducenti non possono pensare di guidare come se fossero un giocattolo, a cui tutto è consentito. Servono i controlli da parte degli organi di polizia stradale, affinché non avvengano gravi incidenti e aver individuato le norme da applicare sicuramente potrà servire ad aumentare la sicurezza stradale. Le città devono preparasi al possibile assalto di questi nuovi veicoli con la buona stagione, e i comuni dovranno predisporre anche campagne informative e di sensibilizzazione come avviene in quei Paesi europei dove già li utilizzano”.

L’ASAPS ha predisposto un pratico e sintetico Prontuario delle violazioni, il primo del suo genere, per tutti i suoi associati appartenenti e non alle forze di polizia.
Si allega la tabella riepilogativa delle novità sui monopattini.

Forlì, 27 febbraio 2020

 

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE NOVITA’ SUI MONOPATTINI

 

>MONOPATTINI
ECCO LA TABELLA CON LE NUOVE SANZIONI PREVISTE DA MARZO 2020


 

Ecco tutti i dettagli sulla nuova e in parte “rivoluzionaria” normativa sui monopattini che sta per entrare in vigore fra poche ore, subito dopo la pubblicazione sulla G.U.  della legge di conversione del decreto-legge c.d. “milleproroghe”. E’ disponibile il nuovo sintetico ma pratico Prontuario della violazioni predisposto dall’ASAPS per i suoi soci.

Giovedì, 27 Febbraio 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK