Martedì 12 Novembre 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 27/01/2006

"Quattroruote" - FESTA PER I 50 ANNI E...


Jean Todt. Il direttore generale della Ferrari, risponde alle domande di Mauro Tedeschini (al centro Francesco Gori, responsabile di Pirelli Pneumatici).

L’appuntamento con la premiazione dei concorsi "La novità dell’anno" e "Le auto che preferisco" si è trasformato, in questa edizione, in una grande festa per i cinquant’anni di "Quattroruote", il cui primo numero uscì nel febbraio 1956. Una festa ricca di presenze e interventi illustri, a partire dal saluto iniziale del ministro delle Attività Produttive Claudio Scajola che, prima di volare a Mosca per i suoi impegni istituzionali, ha voluto ricordare come "Quattroruote" abbia accompagnato la crescita della motorizzazione e del progresso tecnologico in Italia".

6920

I designer. Lilly Bertone fra Giorgetto Giugiaro e Leonardo Fioravanti.

Poi, fra filmati e immagini d’epoca, un doveroso tributo è andato alla memoria di Gianni Mazzocchi, ideatore, editore e direttore di "Quattroruote", ricordato anche da alcune delle persone che più gli furono vicine fin dai primi anni di attività, come l’avvocato Cesare Rimini e Oddone di Camerana, a lungo responsabile della comunicazione Fiat.

6920

La redazione. Maria Giovanna Mazzocchi, editore di "Quattroruote", con alle spalle l’intero staff della rivista.

I cinquant’anni di storia dell’auto sono stati ripercorsi da tre esponenti di spicco del mondo del design, come Giorgetto Giugiaro, Lilly Bertone (moglie di Nuccio) e Leonardo Fioravanti, mentre dei rapporti tra "Quattroruote" e consumatori si è parlato con Enrico Cucchiani, presidente di Lloyd Adriatico (Compagnia che decenni fa diede vita alla polizza "4R" in collaborazione con la nostra rivista), Franco Lucchesi, presidente dell’Aci, e Salvatore Pistola, presidente dell’Unrae, l’associazione che raggruppa i costruttori stranieri presenti in Italia.

Mentre scorrevano le testimonianze registrate di lettori e la descrizione del "sistema Quattroruote", che oggi si articola su numerose testate e diversi supporti multimediali, la manifestazione si è avviata verso gli ultimi interventi di spicco. Sul palco, a rispondere alle domande del direttore della rivista Mauro Tedeschini, saono saliti Jean Todt, direttore generale della Ferrari, e Francesco Gori, numero uno di Pirelli Pneumatici.

Al saluto e ai ringraziamenti di Maria Giovanna Mazzocchi, presidente dell’Editoriale Domus, hanno fatto eco le parole conclusive di Sergio Marchionne, amministratore delegato Fiat, che, ritirando il premio per la "Punto", consacrata dai lettori "Novità dell’anno", ha sottolineato come l’azienda italiana "stia per affrontare nel 2006 la vera sfida: il raggiungimento di un utile di bilancio su tutto l’arco dell’anno; una sfida affrontata grazie anche al piano di rilancio che prevede dieci miliardi di investimenti per venti nuovi modelli da qui al 2008".

Venerdì, 27 Gennaio 2006
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK