Giovedì 21 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Mani al collo a una vigilessa, arrestato 43enne

La pattuglia lo aveva fermato dopo che era passato con il rosso rischiando di investire dei pedoni

La Spezia - Era il tardo pomeriggio di ieri quando una pattuglia del Reparto Sicurezza della Polizia Locale, in servizio per il controllo del quartiere Umbertino, ha notato in Piazza S. Bon, all'altezza dell'impianto semaforico, una Opel Corsa che, nonostante il semaforo proiettasse luce rossa, dopo essersi fermata, riprendeva la sua marcia con il rischio di investire pedoni in attraversamento. Le agenti di Polizia locale in pattuglia si ponevano all'inseguimento, raggiungendo l'autovettura in Via Fiume all'altezza di Piazzetta Ancona e, intimato l'alt, facevano scendere il conducente per contestargli la grave infrazione compiuta.

Il conducente stesso appariva da subito in stato di alterazione, per cui dal vicino Comando di via Lamarmora veniva disposto l'ausilio di altra pattuglia, anche per misurare quanto alcol avesse in corpo l'uomo, 43enne residente alla Spezia con precedenti penali in tema di reati contro la persona. Risultato positivo all'alcol test (2.5 g/litro), il conducente della Opel iniziava ad inveire verso gli agenti che intendevano portarlo al vicino Comando per l'identificazione e, improvvisamente, si scagliava contro una agente della Polizia locale che l'aveva inseguito, afferrandola violentemente per il collo e sbattendola sul cofano dell'autoveicolo di servizio. Il tempestivo intervento degli altri agenti presenti consentiva di impedire il degenerare della situazione.

Condotto al Comando di Via Lamarmora il conducente della Opel Corsa veniva identificato e, su disposizione del Pm di turno, dott.ssa Simonetti, veniva arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e guida in stato di ebbrezza. L'agente di Polizia Locale aggredita ricorreva alle cure del pronto soccorso: referto di otto giorni per stato di choc ed escoriazioni varie. Stamattina il 43enne arrestato è stato sottoposto a processo per direttissima dal giudice Dr. Nappi che ha convalidato l'arresto e, ritenendo sussistenti esigenze cautelari, ha stabilito l'obbligo di firma per 4 giorni settimanali presso la locale stazione dell'Arma del Carabinieri. Il Comune della Spezia si è costituito parte civile nel procedimento penale, rinviato al 3 marzo. A nome dell'amministrazione comunale, l'assessore alla Sicurezza Gianmarco Medusei ha contattato l'agente aggredita esprimendole solidarietà e vicinanza, nonché plauso a tutto il personale della Polizia locale.

da cittadellaspezia.com


Un altro gesto eseguito sotto dettatura (e dittatura) dell’alcol! Solidarietà totale alla poliziotta e agli amici della Polizia Locale di La Spezia che ogni anno ci ospita per il tradizionale convegno.
Ci vediamo il 5 marzo!
Giordano Biserni - ASAPS

Giovedì, 06 Febbraio 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK