Mercoledì 01 Febbraio 2023
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 27/07/2004

Lettera - Un ringraziamento per la solerzia, cortesia e competenza di una Pattuglia della Polizia Stradale sulla E45

Lettera
Un ringraziamento per la solerzia, cortesia e competenza di una Pattuglia della Polizia Stradale sulla E45

Come cittadino ed utente della strada mi sento in dovere e al contempo sono lieto di portare all’attenzione della sua bella e doviziosa rivista un episodio a me capitato il mese scorso.
Il giorno 13 giugno 2004, alla guida di un camper insieme alla mia famiglia, ero in viaggio sulla E 45, da Cesena diretto a Roma. Avevo appena commentato con mia moglie le pessime condizioni della strada che, vittima di un’ennesima buca, all’altezza dell’uscita di Sarsina, improvvisamente il mezzo si arrestava. La situazione mi è apparsa subito estremamente pericolosa, essendo la strada priva di corsia di emergenza. Dopo pochissimi minuti dalla mia chiamata al 113 è intervenuta una pattuglia della Polizia Stradale.
Desidero ringraziare pubblicamente l’equipaggio di quella pattuglia, composto dall’assistente Alberto Bellucci e dall’agente Alessandro Moroni, in forza alla Sottosezione di Bagno di Romagna, comandata dal S.Commissario Francesconi.
Ha dato prova di grande professionalità, curando,con tempismo e precisione, la viabilità in quel tratto di strada estremamente trafficato.
Si è comportata con estrema cortesia e non comune tratto umano, prodigandosi nel tranquillizzare noi, che eravamo presi da comprensibile preoccupazione, anche per la presenza a bordo di 4 figli, di cui 3 piccoli.
La pattuglia ha poi provveduto a far intervenire il più vicino soccorso stradale, non mancando ancora di stupirmi: il meccanico ha, infatti, confermato in pieno la diagnosi del guasto ipotizzata dalla Stradale.
Un grazie sentito, quindi, a questi uomini della Polizia che, con la loro competenza e professionalità, hanno reso gestibile una situazione che poteva diventare estremamente grave.
Mi consenta, infine, gentile Direttore, una riflessione.
Si parla molto di polizia di prossimità: la necessità che le forze dell’ordine siano vicine alla gente. Bene, mi sembra che l’operato di questi uomini ne costituisca un esempio splendido!
I cittadini vogliono un poliziotto amico, presente, preparato, anche inflessibile quando è necessario, ma che faccia della cortesia e del tratto umano una sua peculiare caratteristica.
Nel rinnovarle i complimenti per la sua intelligente rivista, la saluto cordialmente.

Dr.Gianfelice Bellesini - Roma

Martedì, 27 Luglio 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK