Lunedì 24 Febbraio 2020
area riservata
ASAPS.it su

di Andrea Girella*
Brevi note in tema di custodia delle armi

Nel diritto penale il concetto di ‘custodia’ va inteso come detenzione di una cosa che si deve anche conservare e difendere; trattasi, cioè, di attività di controllo di un bene finalizzata a prevenire sia danneggiamenti o sottrazione da parte di terzi (es. furto), sia ancora violazioni dello stato giuridico del bene.
Con riferimento al rapporto tra armi e luogo (non trattando qui le modalità di porto/trasporto), l’art. 20, comma 1, della Legge 18 aprile 1975, n. 110 (“Norme integrative della disciplina vigente per il controllo delle armi, delle munizioni e degli esplosivi”) dispone che la custodia delle armi deve essere assicurata “con ogni diligenza nell’interesse della sicurezza pubblica”, mentre per l’art. 38, ultimo comma, TULPS il detentore deve assicurare che il luogo di custodia offra adeguate garanzie di sicurezza...

 

>Leggi l'articolo

da il Centauro n. 225


Un utile articolo su un tema interessante di Andrea Girella T.Col. della Guardia di Finanza da il Centauro n. 225 (ASAPS)

 

Venerdì, 24 Gennaio 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK