Mercoledì 18 Maggio 2022
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/07/2004

da "quattroruote.it" - Statali a pedaggio? - SI APRE LA DISCUSSIONE Strade statali a pedaggio? Automobilisti e agenti di Polizia sono d’accordo: "Speriamo sia una barzelletta", fa sapere l’Asaps (associazione che riunisce sostenitori e amici della Polizia stradale) attraverso un comunicato. Esattamente quello che si augurano gli automobilisti.

da "quattroruote.it"

Statali a pedaggio? - SI APRE LA DISCUSSIONE
Strade statali a pedaggio? Automobilisti e agenti di Polizia sono d’accordo: "Speriamo sia una barzelletta", fa sapere l’Asaps (associazione che riunisce sostenitori e amici della Polizia stradale) attraverso un comunicato. Esattamente quello che si augurano gli automobilisti.

Speranze a parte, resta il fatto che quella di far pagare alcune strade statali a grande scorrimento è una proposta concreta che rischia di trasformarsi in realtà. La firma è del ministro delle Infrastrutture, Pietro Lunardi: avrà le sue ragioni, sarà pur vero che l’Anas non ha abbastanza fondi per mantenere in buone condizioni le statali, ma viene da chiedersi se sia davvero il caso di andarli prendere sempre dai soliti, questi soldi.
In attesa di vedere come andranno le cose, rivolgiamo al ministro qualche domanda, che speriamo lo stimoli a riflettere: siamo sicuri che facendo pagare il pedaggio sulle statali, il denaro guadagnato servirà davvero a tenerle in ordine? Le autostrade sono a pagamento, ma à per usare un eufemismo à non sono esattamente ben tenute. Possibile che, fra tutte le tasse che gravano intorno all’automobile (bollo, Iva, revisioni a pagamento, pedaggi autostradali eccetera), non ci siano fondi a sufficienza per rimettere in ordine le strade italiane? Infine, come si pensa che potranno spostarsi quelli che attualmente scelgono le statali proprio per non pagare, perché magari non se lo possono permettere?
Insomma, gli spunti di discussione sono molti. Vorremmo sentire anche i vostri: fateci conoscere la vostra opinione partecipando al forum.
Venerdì, 30 Luglio 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK