Domenica 31 Maggio 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 24/12/2019

Va sempre peggio sull'A14: code di 30 km, è un inferno che non finisce più

Ieri l'autostrada è andata letteralmente in tilt, con 6 ore e mezza necessarie per percorrere meno di 150 km. Tra Civitanova e Grottammare la coda è arrivata a raggiungere i 23 chilometri, ma in altri punti è andata anche peggio
foto di Nagidia Nicola

Man mano che ci si avvicina al giorno di Natale va sempre peggio sull'A14, con code anche di 30 km. Insomma, è un inferno che sembra non finire più.

Ieri (21 dicembre) l'autostrada è andata letteralmente in tilt, con 7 ore necessarie per percorrere meno di 150 km nel tratto Ancona-Pescara, per il quale in condizioni normali si impiegano meno di 2 ore.

Come se non bastasse, il casello di Roseto degli Abruzzi è stato chiuso. Anche oggi (22 dicembre) la situazione risulta abbastanza critica, seppur in miglioramento: al momento si registra 1 chilometro di coda tra Pescara ovest-Chieti e Pescara sud-Francavilla al Mare. Nei tratti maggiormente interessati dai disagi, cioè Civitanova-Fermo e Roseto degli Abruzzi-Pescara Nord, ci sono invece 5 km...

>Continua a leggere su ilpescara.it


Questa è una situazione assurda. E’ una sorta di prigionia per tanti automobilisti e famiglie con code infinite specie in questi giorni di esodo per le festività natalizie.
Un Paese che si spezza così facilmente in due appena c’è una situazione critica in una delle sue due spine dorsali A1 e A14 non ha futuro per le attività economiche con migliaia di camion in coda, né per il turismo.
E’ una situazione umiliante e anche rischiosa per la gente e le famiglie ferme in una colonna di ore per percorrere brevi tratti. Una situazione che si sta protraendo da ottobre con poca rilevanza sui media nazionali. (ASAPS)

Martedì, 24 Dicembre 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK