Mercoledì 20 Gennaio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 04/08/2004

da "L’Arena" Forlì - Per la Polizia stradale il pericolo è più grave se si viaggia su due ruote.

da "L’Arena"

Per la Polizia stradale il pericolo è più grave se si viaggia su due ruote.

Forlì - Gli incidenti che coinvolgono veicoli a due ruote, in estate toccano tassi che sfiorano la metà del totale dei sinistri stradali. A metterlo in evidenza è il presidente dell‚Asaps ( A ssociazione amici polizia stradale), Giordano Biserni, il quale in una nota auspica che "su queste tragiche cifre possano incidere fortemente la patente a punti e il patentino per ciclomotoristi minori". Tra le vittime, la maggior parte sono conducenti maschi. In particolare, l‚Asaps ha analizzato gli ultimi dati definitivi disponibili sulla sinistrosità dei veicoli a due ruote, quelli Istat del 2002.

Negli incidenti con veicoli a due ruote, nel 2002, hanno perso la vita 1.747 persone, di cui 1.501 maschi (86%) e 246 femmine (14%). Tra i ciclisti si sono contati 320 decessi, 253 maschi (79%) e 67 femmine (21%). 305 conducenti (95%), 10 trasportati (3%), 5 pedoni (2%). Negli incidenti che hanno coinvolto ciclomotoristi hanno perso la vita 477 persone, di cui 390 maschi (82%) e 87 femmine (18%). 359 i conducenti (75%), 50 i trasportati (11%), 68 i pedoni (14%).
Tra i motociclisti senza passeggero hanno perso la vita 492 persone, 449 maschi (91%), 43 femmine (9%). 397 i conducenti (82%), 20 i trasportati (di altri veicoli) (4%), 75 i pedoni (15%). Negli incidenti riguardanti motociclisti con passeggero hanno perso la vita 458 persone. 409 maschi (89%), 49 femmine (11%). 379 i conducenti (83%), 63 i trasportati (14%), 16 i pedoni (3%).

Mercoledì, 04 Agosto 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK