Venerdì 18 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

di Giordano Biserni* e  Luigi Altamura**
MINISTERO DEI TRASPORTI SU REVISIONE ETILOMETRI: "SITUAZIONE NORMALIZZATA, NESSUN ARRETRATO"
La soddisfazione di ASAPS

Negli ultimi tre anni, ASAPS aveva fortemente denunciato a due diversi Governi e a due diversi Ministri dei Trasporti, la grave situazione dell'assenza di etilometri sulle strade, a causa del guasto al Centro di Settebagni a Roma e ai ritardi accumulati nelle operazione di revisione annuale, presso l'unico laboratorio attivo a Milano. Se ne era occupata anche "Striscia la Notizia" e i principali mass-media nazionali. Una situazione che si scontrava con la richiesta di maggiore sicurezza sulle strade, in un momento in cui veniva approvata la Legge nr. 41/2016 che prevedeva appunto, aggravanti e ipotesi di reato specifiche, proprio per chi guida ubriaco e provoca morti o feriti.

ASAPS lo ha "urlato" ovunque e proprio in questi giorni, arriva dal Ministero dei Trasporti una notizia che ci rasserena e che ci permette di sperare in una fase migliore per il contrasto alla guida alterata. In una risposta ad una interrogazione parlamentare dei senatori Massimo Ferro e Massimo Mallegni del 27 agosto 2019, il Ministro dei Trasporti Toninelli riporta le informazioni aggiornate del Centro Superiore Ricerche e Prove Autoveicoli e Dispositivi di Roma (CSRPAD), in cui si dichiara che "L’espletamento delle attività di controllo iniziale e periodico, degli etilometri risulta corrente a pieno ritmo sin dal mese di aprile, grazie all'effettuato acquisto di due banchi prova di nuova generazione". Inoltre "è stata attivata con una società in house del Ministero dell'Economia e Finanze, una collaborazione e supporto tecnico attraverso l'impiego di 4 tecnici dedicati, di cui 2 ingegneri".

Il Ministro infine specifica che "ciò ha consentito di normalizzare l'attività del laboratorio che, ad oggi, non ha lavoro arretrato". L'importante nota di risposta si conclude precisando "che i controlli sia iniziali che periodici degli etilometri presso il CSRPAD sono regolari e svolti in tempo reale". ASAPS è certamente soddisfatta e attende i riscontri dal territorio, dalla strada, dove grazie agli etilometri, possono essere fermate "bombe ad orologeria", come avviene in molti Paesi europei. Questo ultimo scorcio d'estate potrebbe perciò portare un aumento del numero dei controlli e, di conseguenza, di maggiore sicurezza stradale. E' quello che si merita un Paese civile.

In allegato l'interrogazione nr. 4-01460 e la recentissima risposta del Ministro dei Trasporti.

>L'interrogazione nr. 4-01460

> La risposta del Ministro dei Trasporti

 

*Presidente ASAPS

**Comandante Corpo Polizia Municipale di Verona
Dirigente Unità Organizzativa Protezione Civile Comune di Verona

 


Finalmente la questione revisione e carenza etilometri, su cui ASAPS si è spesa tantissimo,  sembra avviata verso una soluzione

Mercoledì, 28 Agosto 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK