Lunedì 23 Settembre 2019
area riservata
ASAPS.it su

di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO**
-TRASPORTO MERCI INTERNAZIONALE-
DIVIETO “TRASPORTO COMBINATO”
CON LICENZA SVIZZERA

Premessa

L’art. 1 del Decreto 15 febbraio 2001, n. 28T, che ha recepito la Direttiva 92/106/CEE del Consiglio del 7 dicembre 1992, definisce con il termine «trasporto combinato» i trasporti di cose «fra Stati membri dell’Unione europea o aderenti all’accordo sullo spazio economico europeo nei quali l’autocarro, il rimorchio, il semirimorchio con o senza veicolo trattore, la cassa mobile o il contenitore (di 20 piedi e oltre) effettuano la parte iniziale o terminale del tragitto su strada e l’altra parte per ferrovia, per via navigabile e per  mare e ricorrono le seguenti condizioni:

a)    la parte iniziale del tragitto effettuata per ferrovia, per via navigabile o per mare supera i 100 km in linea d’area;

b)    la parte iniziale o terminale del tragitto, effettuato su strada, è compresa fra il punto di carico della merce e l’idonea stazione ferroviaria di carico più vicina per il tragitto iniziale o fra il punto di scarico della merce e l’idonea stazione ferroviaria di scarico più vicina per il tragitto terminale ovvero la parte iniziale o terminale del tragitto, effettuato su strada, è compresa in un raggio non superiore a 150 km in linea d’aria dal porto fluviale o marittimo di imbarco o di sbarco»...

>LEGGI L'ARTICOLO


Mercoledì, 21 Agosto 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK