Sabato 17 Agosto 2019
area riservata
ASAPS.it su

A Passo San Ginesio
Bambino di 9 anni travolto e ucciso da un’auto nel Maceratese

Il bambino stava passeggiando con la madre. Il corpo trascinato per metri dalla macchina guidata da un anziano

Un bambino di 9 anni è morto nel pomeriggio a Passo San Ginesio (Macerata). Stava passeggiando per strada, per un attimo è sfuggito al controllo della madre ed è stato investito da un’autovettura, una Fiat Uno, guidata un uomo di 70 anni residente nel Maceratese.

L’anziano, secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, non si è accorto subito dell’impatto, e infatti ha trascinato il corpo del bambino per qualche metro. Quando finalmente si è accorto di cosa era accaduto, il conducente della Fiat si è fermato ed è sceso dall’auto. Secondo alcuni testimoni era in evidente stato di choc. 

Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri di Tolentino (Macerata), gli agenti della Polizia locale e i soccorritori del 118, che hanno tentato di rianimare sul posto il ragazzino, mentre veniva allertata l’eliambulanza, che purtroppo non è servita: il bambino non ce l’ha fatta, è probabilmente morto sul colpo.

L’incidente è avvenuto poco dopo le 19, a un incrocio tra Passo Sin Ginesio e Passo Sant’Angelo, due piccole frazioni di due Comuni confinanti. Sulla dinamica dell’incidente indagano i carabinieri di Tolentino e i militari del reparto operativo di Macerata, guidato dal maggiore Walter Fava. 

Il bambino, la cui famiglia è originaria di San Ginesio, viveva con la madre e la sorella in Inghilterra ed era nel piccolo centro marchigiano per trascorrere qualche giorno di vacanza.

 

di redazione Online

da corriere.it


Il bambino è la 22esima piccola vittima della strada nel 2019. (ASAPS)
La famiglia del bambino è originaria di San Ginesio, viveva con la madre e la sorella in Inghilterra ed era nel piccolo centro marchigiano per trascorrere qualche giorno di vacanza.

Mercoledì, 14 Agosto 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK